Mobilità per gli anestesisti della Sicilia Orientale. Ad Enna nessuna richiesta.

Print Friendly, PDF & Email

Hanno scelto la sede di destinazione i vincitori della mobilità volontaria per la copertura di posti di dirigente medico di Anestesia e Rianimazione per la Sicilia Orientale, che questa mattina si sono presentati negli uffici dell’Azienda Ospedaliera per l’emergenza Cannizzaro di Catania, capofila della procedura di bacino. I medici erano stati convocati dall’Ufficio Gestione delle Risorse Umane per esercitare l’opzione sull’Azienda sanitaria nella quale andranno a prestare servizio, secondo l’ordine della graduatoria approvata con la delibera n. 4205 del 22 novembre scorso. Rispetto ai 62 in graduatoria, si sono presentati 35 anestesisti rianimatori e uno ha rinunciato.

In 34, quindi, hanno individuato la sede e attendono ora il nulla osta dall’ente di appartenenza, necessario ai fini della mobilità. I posti assegnati sulla base delle scelte sono così distribuiti: Sedici all’Azienda Ospedaliera Papardo Messina, 100 all’Azianda Ospedaliero Universitaria Policlinico Messina; due all’Asp di Messina; uno all’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico – Vittorio Emanuele Catania; quattro all’Asp di Siracusa; uno all’Asp di Ragusa. In questo modo, quindi, potranno essere presto coperti i primi 34 posti rispetto ai 74 disponibili nel bacino Sicilia Orientale. Per le posizioni ancora vacanti, comprese le 16 dell’Asp di Enna (per le quali nessuna preferenza è stata espressa in fase di mobilità), sarà espletata la procedura di concorso per titoli ed esami indetto con lo stesso avviso del 19 luglio scorso.

“L’Azienda Cannizzaro – afferma il commissario straordinario Salvatore Giuffrida – ha operato sin dall’iniziocon competenza e sollecitudine per poter dotare le Aziende sanitarie del territorio delle necessarie professionalità, così come auspicato dall’assessore alla Salute Ruggero Razza, che con specifica direttiva ha voluto colmare le carenze di anestesisti rianimatori specie nelle aree di emergenza-urgenza”.(ANSA)

Related posts

Leave a Comment