DISCARICHE DI CENTURIPE ED AGIRA: L’ASSESSORE PIEROBON, “AD OGGI POSSIAMO STARE SERENI”.

Print Friendly, PDF & Email

Su invito della Sindaca Francesca Draià, si è tenuto presso l’aula consiliare del comune di Valguarnera, un importante incontro sul tema rifiuti a cui ha partecipato l’Assessore Regionale ai rifiuti Alberto Pierobon. Presenti al dibattito i Sindaci di Piazza Armerina Nino Cammarata, di Aidone Enzo Lacchiana, di Barrafranca Fabio Accardi, di Catenanuova Carmelo Scravaglieri ed il Presidente della Ssr Armando Glorioso. I Sindaci presenti, hanno ringraziato Francesca Draià per essersi fatta promotrice di questo importante appuntamento che ha permesso un confronto diretto sul tema rifiuti. Francesca Draià sin da subito ha sottolineato i traguardi raggiunti dalla sua amministrazione, con una raccolta differenziata che si attesta al 70 % . Continua la Sindaca informando i presenti che dal primo febbraio i cittadini potranno recarsi ad un ecopunto per pesare i rifiuti ed avere un incentivo economico. La Draià poi fa chiarezza sul tema dei rincari delle bollette, che se da una parte ha visto inizialmente far lievitare il costo, nel medio termine porterà ad un abbassamento delle bollette per tutti i cittadini. Il primo cittadino di Valguarnera, conclude sottolineando le difficoltá che i comuni riscontrano nel fare approvare il proprio piano ecomomico finanziario infatti, il comune di Valguarnera ha un piano che é stato bocciato dalla regione e che non ha permesso l’assunzione degli amministrativi.

Per l’Assessore Alberto Pierobon il piano sui rifiuti ha l’obiettivo di raggiungere degli accettabili livelli di raccolta differenziata.  “Abbiamo previsto delle società d’ambito gestionali, che entrano in forma solidaristica nei confronti dell’Ato. Grazie alla nostra riforma – continua Pierobon – gli Ato più piccoli potranno convenzionarsi con impianti al servizio di altre regioni”. Anche il Sindaco di Barrafranca Fabio Accardi, espone i traguardi della sua amministrazione in tema di raccolta differenziata che si attesta attualmente al 50% . “Abbiamo affidato il servizio – continua Accardi – ad una società privata con un contratto di sette anni”. Anche se si rammarica per i circa 60 lavoratori dell’ex Ato senza stipendio, attualmente non assunti. Chiedendo su questo tema un tavolo di più ampio di respiro regionale in grado di tutelare anche i posti di lavoro.

Armando Glorioso Presidente della Srr (Società per la regolamentazione del servizio di gestione dei rifiuti) di Enna ricorda come nel 2017 abbia ereditato una societa che per Glorioso è “nella completa illegalitá”. Abbiamo approvato la dotazione organica, ricollocando 340 persone. “Abbiamo un piano d’ambito continua Glorioso – che se viene applicato al 100 % può ricollocare i sessanta lavoratori amministrativi che non sono ancora stati impiegati”. Intanto anche il Sindaco di Piazza Armerina Nino Cammarata, fa presente come la situazione sia molto drammatica, poichè da circa due anni, molti lavoratori non ricevono lo stipendio.

Carmelo Scravaglieri Sindaco di Catenanuova, si fa portavoce dei cittadini dei Comuni di Centuripe, Regalbuto e Catenanuova, che da settimane protestano contro il rischio della realizzazione di una mega discarica nei comuni di Centuripe mettendo in fibrillazione le comunitá locali. “Quello che ci inquieta è il silenzio assordante della giunta Musumeci su questo tema, nonostante più volte sia stata chiesta una dichiarazione in merito”.

Anche Il deputato del Movimento Cinque Stelle Andrea Giarrizzo sottolinea “il terrore che i cittadini stanno vivendo per non avere ad oggi nessuna certezza sul blocco della mega discarica da parte del Governo Musumeci, ricadente nel Libero Consorzio di Enna”.
“Questo territorio – continua Giarrizzo – per le sue bellezze archeologiche e paesaggistiche ha senza dubbio una vocazione turistica che non merita di essere deturpata facendo di questo territorio una mega discarica pronta ad accogliere i rifiuti provenienti anche da altre province” .


A conclusione dei lavori, l’ assessore Pierobon parlando di discariche afferma che ad oggi non vi è nessuna azione concreta da parte della Regione per l’autorizzazione alla realizzazione delle suddette discariche”. I  Comitati NO DISCARICA del Comune di Agira presenti all’incontro, ringraziano per le rassicurazioni l’Assessore Pierobon, ma dichiarano nel contempo che continueranno a vigilare sul loro territorio affinchè non si realizzi non solo a parole ma con i fatti una discarica che non è voluta da nessun cittadino.

Mario Barbarino

Related posts

Leave a Comment