Valguarnera: Il consigliere comunale Sara Pecora aderisce all’ Udc

Print Friendly, PDF & Email

Ancora un passaggio nell’ Udc da parte di consiglieri comunali provenienti dal Pd. Ecco le motivazioni del consigliere Sara Pecora.

“Il mio percorso politico intrapreso nei primi mesi del 2015, con la campagna elettorale per il Sindaco Francesca Draià, aveva come obiettivo il sostegno per questa amministrazione, e per il partito politico con cui il Sindaco decise di candidarsi, il PD.
Nonostante non fui eletta immediatamente consigliere comunale seguivo dal di fuori le vicende politiche che in questi anni si sono susseguite. Diventata poi consigliere comunale nel febbraio 2018, e dunque potendo esercitare il mio ruolo in modo attivo, mi sono resa conto che in realtà il partito democratico è un partito che non c’è stato per l’amministrazione Draià, e forse non ci sarà mai.
Pensavo, e forse in cuor mio speravo, che il partito democratico potesse essere la giusta sintesi, il giusto inizio e la giusta strada che avrebbe potuto accompagnare il Sindaco e tutta l’amministrazione nel suo percorso e operato.
Un partito deve stare vicino alla gente, proprio come sa fare il nostro Sindaco, deve saper raccogliere le lamentele e cercarne una soluzione, deve essere aperto al dialogo, deve essere in grado di pensare a delle logiche e delle soluzioni che come obiettivo hanno il bene comune. Con grande rammarico oggi dico che il partito democratico non è stato niente di tutto ciò.
Nonostante dunque le difficoltà che questo partito ha fatto riscontrare all’amministrazione, mi preme dire che il lavoro svolto è andato avanti in modo proficuo. Che il programma presentato in campagna elettorale sta andando avanti grazie alle capacità del Sindaco e di tutta la squadra che ancora oggi la sostiene.
Ho avuto modo di riflettere, di confrontarmi con una nuova realtà che è quella del partito politico UDC, e mi sono resa conto che forse le risposte che in questi anni sono state cercate nel PD, questo partito sarà in grado di darle. Un partito senza pretese, aperto al dialogo e che potrebbe avere come obiettivo il bene comune, quello a cui ogni amministratore dovrebbe aspirare.
Per tali ragioni ho deciso di dare le mie dimissioni dal PD e dare la mia adesione all’UDC, in sostegno al progetto politico e amministrativo del Sindaco Draià”.

Related posts

Leave a Comment