M5S Enna: Gli studenti fuori sede non devono pagare la Tassa sui Rifiuti

Print Friendly, PDF & Email

“Abbiamo protocollato una proposta di modifica del Regolamento TARI, relativa al numero degli occupanti”, spiegano i due consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Cinzia Amato e Davide Solfato”, che nasce essenzialmente dalla considerazione dei tanti giovani che vivono fuori sede per motivi di studio o di lavoro. In questi casi, infatti, non necessariamente viene modificato lo stato di famiglia, e ciò comporta un duplice pagamento dell’imposta sui rifiuti, che viene corrisposta sia ad Enna, che nella città in cui si è domiciliati. “Attualmente”, proseguono i due portavoce, “il regolamento prevede che solo l’anziano dimorante in casa di riposo venga scomputato dal numero degli occupanti l’abitazione, ma è necessario aggiungere anche gli studenti e i lavoratori fuori sede, come anche i degenti presso comunità di recupero o centri socio-educativi, per ottenere un reale calcolo della tariffa, poiché essi, non dimorando nel comune di residenza, non producono rifiuti.

“Attendiamo adesso che la proposta segua il suo iter, ma siamo certi che troverà ampio consenso da parte dell’intero Consiglio comunale”, concludono Amato e Solfato.

Related posts

Leave a Comment