Recital di preghiere e canti al Santuario di Valverde di Enna.

Print Friendly, PDF & Email

Ritorna anche quest’anno l’appuntamento con il recital del coro “San Pancrazio” organizzato insieme alla Confraternita Maria Santissima di Valverde nell’ambito dei Riti della Settimana Santa Ennese.

Il recital di quest’anno, in programma questa sera alle 10,30, prende il titolo “O Vos Omnes… la Pasqua con gli occhi di Maria”, traendo spunto dal testo del profeta Geremia che così recita: “O voi tutti, che passate per la via, considerate e vedete se c’è un dolore simile al mio dolore”. E quale dolore più grande se non quello di una Madre, Maria, nel vedere il suo unico figlio, Gesù, ingiustamente ucciso?

Ecco il perché di questa scelta, dettata dalla linea stilistica che sempre il coro ha cercato di mettere in atto per ogni evento realizzato nel Santuario. Trattandosi infatti di un luogo di culto mariano ed essendo la Confraternita intitolata a Maria SS. di Valverde, il coro ha sempre cercato di mantenere fede a ciò che i Vangeli raccontano di Maria.

Durante il recital lo spettatore farà un “viaggio” attraverso canti e brani del Vangelo che narrano i momenti salienti della Passione, morte e Resurrezione di Gesù visti con gli “Occhi di Maria” nella Gerusalemme di 2000 anni fa. Ci si muoverà  all’interno dei singoli giorni della Settimana Santa alternando brani liturgici provenienti da diversi stili e anche dalla tradizione siciliana. Vorrà essere un momento quasi “intimo” durante il  quale riflettere sul mistero della Pasqua per poter così entrare in quel clima di preghiera che è elemento essenziale della Settimana Santa, tanto cara agli ennesi.

Il Coro, nato attivo da cinque anni e con sede fissa presso il Santuario di Valverde, prese vita dall’iniziativa di due giovani, che oggi lo dirigono (Mario Mantegna e Ilaria Lombardo), insieme ad alcuni Confrati e a don Giuseppe Rugolo che ne è guida spirituale.

Esso, conta oggi circa 50 elementi tra bambini, giovani ed adulti ed unisce appunto i confrati, le loro famiglie ed anche fedeli e devoti, i quali si prodigano durante tutto l’anno nella preparazione di brani per l’animazione della liturgia.

Tutto ciò accompagnati dalla presenza nella parrocchia Chiesa Madre di Mons. Vincenzo Murgano e mons. Francesco Petralia.

Related posts

Leave a Comment