Agira: Incontro del Centro-destra in vista delle elezioni per un “Progetto aperto e inclusivo”

Print Friendly, PDF & Email

Si è svolto recentemente ad Agira un incontro in vista delle prossime elezioni amministrative che si svolgeranno il prossimo anno. Hanno partecipato i rappresentanti dei partiti del Centro-desta, nello specifico Forza Italia, DiventeràBellissima, Udc, Fratelli D’ Italia e Popolari-autonomisti. Durante l’ incontro si sono gettate le basi programmatiche per l’ individuazione di una coalizione in alternativa all’ attuale amministrazione del sindaco Greco. Numerosi i temi trattati che hanno evidenziato alcune carenze e il rischio che Agira possa essere isolata ormai politicamente da tutte le forze di governo con una grave ripercussione locale. I componenti hanno evidenziato l’ impegno profuso in sede politica per non consentire la realizzazione della discarica di rifiuti pericolosi ad Agira e la sensibilità e il fattivo impegno manifestato dal comitato civico cittadino. Sul versante amministrativo si è invece discusso di come alcune opere pubbliche sono state realizzate grazie alla rinegoziazione del mutuo occorrente per la realizzazione parziale della Zona Artigianale di contrada Caramitia e grazie al contributo erogato dal “Sicilia Outlet Village” a seguito del pagamento all’ ente degli oneri di urbanizzazione.  I partecipanti hanno evidenziato come non si sono sfruttati ingenti finanziamenti pubblici in questi ultimi anni, le problematiche delle politiche sociali e della disabilità, il continuo e “galoppante” contenzioso legale che sta interessando l’ Ente, l’ aumento dei costi della politica e delle imposte, la mancanza di un’ area per le attività artigianali. Sotto l’ aspetto elettorale tutti sono stati concordi nell’  ampliare il più possibile la coalizione ad esponenti della società civile, delle professioni e coinvolgendo soprattutto i giovani. “Saremo alternativi all’ amministrazione Greco – ha detto il commissario provinciale di Forza Italia Salvo Campione – con un progetto politico aperto e inclusivo  che metta al centro l’ impegno e la competenza e che dia un futuro ad Agira, un centro ricco di storia, arte e cultura oggi purtroppo in forte declino.”       

Related posts

Leave a Comment