Pd, M5S e Patto per Enna incontrano i lavoratori Asu-Lsu.

Print Friendly, PDF & Email

Particolarmente proficuo l’incontro organizzato ieri tra le forze politiche di opposizione ed i lavoratori ASU-LSU in forza al comune di Enna, presenti i consiglieri Timpanaro e Marino per il Partito Democratico, Solfato per il Movimento 5 Stelle e Fussone di Patto per Enna. La riunione si è resa necessaria a seguito delle dichiarazioni rilasciate dai consiglieri che sostengono il sindaco Dipietro in merito all’approvazione del bilancio consuntivo e della manovra di assestamento che prevede la stabilizzazione del personale ASU. In quella sede abbiamo sottolineato la necessità di aprire un ragionamento con gli addetti ai lavori al fine di informare gli stessi sull’iter che ha riguardato la calendarizzazione del Consiglio ed altresì attingere elementi utili alla discussione sulla possibile stabilizzazione. Riteniamo goffo e maldestro il tentativo, dei consiglieri che appoggiano l’amministrazione, di strumentalizzare una vicenda che imputa le responsabilità del ritardo dell’approvazione del consuntivo unicamente alla giunta di governo, attribuire quindi le responsabilità ai consiglieri di opposizione oltre che falso lo riteniamo oltremodo grave, tanto più che in gioco c’è la stabilizzazione di lavoratori che per anni hanno prestato servizio al comune con impegno e sacrificio, per principio non possiamo essere contrari a tutte quelle azioni che vanno a tutela dei lavoratori e che potrebbero restituire ossigeno ad un territorio ed una popolazione martoriata dalla crisi. Per quanto ci riguarda non appena la documentazione sarà completa e correlata dei relativi pareri possiamo procedere con la discussione in aula, tutto ciò a tutela e garanzia dell’ente, dei consiglieri e dei lavoratori ai quali è necessario garantire un futuro. Rispetto a questa evenienza rivolgiamo un appello al Presidente del Consiglio il quale più che concentrarsi sulle vicende politiche e sostenere le posizioni dell’amministrazione dovrebbe informarsi sull’iter che concerne la delibera in oggetto ed esercitare il ruolo di garante dell’intero consiglio comunale in particolare delle minoranze, ricordandogli che il ruolo dei consiglieri è di verifica e controllo delle attività dell’amministrazione. In merito alle ultime vicende politiche occorse alla maggioranza ci rendiamo conto che il sindaco Dipietro e la sua amministrazione ha aperto ufficialmente la campagna elettorale con mesi e mesi di anticipo occupandosi unicamente di serrare i ranghi per le prossime amministrative distribuendo contentini a tutti ivi compresi quei consiglieri che subentrano in consiglio con 4 anni di ritardo, prestandosi ad un gioco che avvantaggia solo Dipietro. Le ultime dichiarazioni dell’ex assessore Cortese evidenziano la collocazione politica della squadra di governo la quale annovera tutte le sigle dei partiti mascherate da liste civiche, nessun progetto politico per la città ma solo opportunismo ed individualismo elettorale. Pertanto ci sentiamo di condividere le dichiarazioni di Mario Alloro sul fatto che l’asse politico dell’amministrazione pende a destra e per questi motivi non potremo mai condividere un percorso assieme a Ferrari, Cortese, e compagni in quanto i nostri valori fondanti sono diametralmente opposti. Non possiamo, quindi, dimenticare le numerose battaglie politiche e culturali intraprese contro una classe dirigente che ha avuto solo il merito di depauperare il nostro territorio e mettere in ginocchio la nostra città determinando il dissesto. Auspichiamo infine che l’amministrazione si dedichi con impegno alle questioni che riguardano la città ed abbandoni le sirene elettorali.

Il Capogruppo Paolo Timpanaro


Related posts

Leave a Comment