Torna a splendere nella chiesa dei Cappuccini la pala d’altare del XVII secolo

Print Friendly, PDF & Email

Giovedì, 12 Settembre, la pala d’altare del XVII secolo custodita nella chiesa dei Cappuccini è tornata agli antichi splendori ed è stata riconsegnata alla comunità.

 È terminato infatti il restauro conservativo avviato pochi mesi fa, firmato Ancos-Confartigianato e finanziato grazie al contributo del 2 per mille.

Un lavoro che ha permesso di recuperare a 360 gradi l’opera che raffigura Santa Maria degli Angeli con i santi Francesco, Antonio, Chiara e Caterina.

La Chiesa ha accolto una gremita platea che includeva i rappresentanti di Istituzioni locali, associazioni, ordini professionali, parrocchie, confraternite, studenti e cittadini.

Presenti all’evento: Fabio Menicacci, segretario nazionale dell’Ancos; Peter Barreca, presidente provinciale di Confartigianato Imprese Enna; Francesca Andolina, presidente del Comitato territoriale Ancos di Enna; Maurizio Gulina, Vice-Presidente Nazionale del Patronato INAPA; il Soprintendente ai Beni Culturali Nicola Francesco Neri; il responsabile beni culturali della Diocesi di Piazza Armerina don Giuseppe Paci; il Sindaco della Città di Enna Maurizio Dipietro.

Il Dott. Russo, della Soprintendenza ai Beni Culturali di Enna, ha illustrato le particolarità dell’opera, mentre la descrizione degli interventi tecnici di recupero sono stati relazionati da Pierpaolo Tirrito, restauratore e Presidente prov.le della categoria Artistico di Confartigianato Enna che ha dichiarato: questo intervento di restauro è stato realizzato a quattro mani in collaborazione con la collega restauratrice Maria Angela Sutera, oggi assente per cause impreviste,  insieme alla quale è stato portato a compimento il progetto di  recupero della Pala d’Altare

Related posts

Leave a Comment