Nozze di ferro per i coniugi Di Natale. Un matrimonio “D’altri tempi”

Print Friendly, PDF & Email

I coniugi Di Natale festeggiano 70 anni di matrimonio, le cosiddette: “Nozze di Ferro”, un vero e proprio record per questa coppia pietrina che sabato 26 ottobre presso la chiesa  Santa Maria di Gesù, durante la messa delle ‪19:00‬, ha rinnovato le promesse di un duraturo e soddisfacente matrimonio, protrattosi per ben 70 lunghi anni.
 
I coniugi Giovanni Di Natale (93 anni) e Carmela Viola (90 anni), convolati a nozze a il 29 ottobre 1949, vissero inizialmente a Pietraperzia per poi, negli anni 70’, spostarsi  in Belgio e, dopo 12 anni, ritornare presso la propria terra d’origine.
Dal matrimonio sono nati 7 figli, di cui 4 femmine e 3 maschi, i cui nomi sono rispettivamente:  Salvatore, Rosa, Maria, Franca, Ausilia, Enzo e Giuseppe i quali, insieme al loro genitori, hanno sempre dimostrato di essere una famiglia molto unita.
Col passare del tempo la famiglia si è ingrandita, fino a raggiungere ad oggi, un totale di ben 37 familiari, tra figli, nipoti e pronipoti, presenti, naturalmente, la sera del 26 ottobre per festeggiare insieme questo meraviglioso evento.
 
Ricordiamo inoltre, il signor il signor Giovanni Di Natale è ancora molto attivo nella propria quotidianità, ovvero: guida la macchina, si reca in campagna per sbrigare le proprie faccende, ecc
 
A celebrare è stato don Giovanni Bongiovanni, il quale si è più volte congratulato con entrambi per essere sempre rimasti una coppia solida ed affiatata durante tutti questi anni.
Al termine della messa la nipote Ornella Di Blasi, a nome di tutti i nipoti e pronipoti degli sposi, ha voluto rendere omaggio ai propri nonni attraverso una lettera, ringraziando e congratulandosi allo stesso tempo, con loro, per tutto ciò che hanno costruito fino ad oggi: per averli educati a rispettare un unico grande valore quale la famiglia. Per tutti i sacrifici che hanno sempre fatto per loro, attraverso determinate scelte fatte nel tempo, come ad esempio quella di partire per il Belgio, per poter regalare un futuro migliore ai loro figli, lasciando la propria amata campagna. Per aver insegnato loro, che la vita è gioia ma anche tanta sofferenza e che andare dritto verso determinati cambiamenti spaventa e fa paura, ma infine la vita ci premia sempre.
 
Tre quarti di secolo vissuti insieme con grande gioia. Un matrimonio che ha resistito nel tempo, non a caso le “nozze di ferro” simboleggiano, la tenacia, l’indistruttibilità e la resistenza che possiede, appunto, questo materiale. Un evento raro per Pietraperzia, che si congratula con entrambi, i quali affermano che, nonostante sia trascorso molto tempo, continuano ancora a volersi bene come se fosse il primo giorno, poiché l’amore bisogna coltivarlo nel tempo con cura ed attenzione. Insomma, è proprio il caso di dirlo: “Un matrimonio d’altri tempi”.
 
Giovanna Modesto


Related posts

Leave a Comment