ENNA: L’AUSL 4 SUL PROBLEMA RANDAGISMO ALL’OSPEDALE UMBERTO I

Print Friendly, PDF & Email

Circa le notizie sul randagismo dei cani nella provincia di Enna si evidenzia quanto segue:1 La lotta al randagismo  ( L.R 15\2000) è di esclusiva attinenza e pertinenza dei Comuni  con la realizzazione di strutture (canili e ambulatori veterinari per la sterilizzazione) e con l’assunzione di proprio personale per la cattura e la custodia dei cani accalappiati. Qualora i Comuni non hanno propri canili,  proprio personale e\o proprie strutture ambulatoriali, stipulano convenzioni con strutture pubbliche o private per garantire la incolumità delle persone e il rispetto degli animali da compagnia.

 In Provincia di Enna non esistono canili, ambulatori e personale adibito allo scopo, evidentemente i Sindaci reputano meno onerosa la convenzione con privati di altre Province. Le competenze della AUSL sono di esclusiva attinenza e pertinenza sanitaria: la gestione dell’anagrafe canina, l’applicazione dei microchips, il controllo sanitario dei cani aggressivi o morsicatori e la sterilizzazione dei cani in struttura pubblica convenzionata La presenza e la segnalazione  di cani randagi da parte dei cittadini va fatta esclusivamente alle  sedi designate dei Comuni che di norma sono: l’Ufficio Agricoltura o la Polizia Municipale, che dovranno attivarsi segnalando al canile convenzionato la presenza dei randagi per l’immediato  invio di  mezzi o personale per la cattura e affidamento al canile.

2. Il Comune di Enna ha avuto finanziato la realizzazione di un ambulatorio veterinario dalla Regione Siciliana in ossequio alla normativa Regionale 15\2000 che è stato realizzato nei locali dell’ex macello di Enna e presso il quale questa AUSL con proprio personale attuerà in forma gratuita la sterilizzazione dei randagi. La firma della convenzione di affido dei locali e l’inizio dell’attività dovrebbe a breve essere apposta.

3. Altri tre Comuni della Provincia hanno avuto finanziato un ambulatorio veterinario – Agira, Nicosia e Piazza Armerina e in  questi la AUSL attuerà i programmi di sterilizzazione secondo le procedure in atto per il Comune di Enna. Il Comune di Piazza Armerina ha avuto revocato il finanziamento per non aver espletato nulla per la realizzazione di strutture ambulatoriali malgrado il finanziamento.

4. La cattura dei cani da parte di personale del canile privato  con il quale il Comune di Enna è convenzionato,  avviene con richiesta di intervento da parte del Comune anche più volte la settimana.

5. Il Comune di Enna è allo stato attuale tra tutti i Comuni della Provincia quello che più si è attivato per la lotta al randagismo e  purtroppo con personale e strutture non proprie.

6. La segnalazione di randagi nella zona dell’Ospedale in c\da Ferrante, Pergusa e zona Monte è stata oggetto di attenta valutazione e attenzione da parte di questo Servizio e del Comune di Enna  con interventi mirati e cattura di cani.

Related posts