ENNA: INTERCULTURA IL SINDACO AGNELLO RICEVE LE OSPITI E LE FAMIGLIE

Print Friendly, PDF & Email

Sono sette, tutte giovanissime, ed entrano sorridenti nella stanza del sindaco, Rino Agnello che le riceve assieme all’assessore alla Cultura, Claudia Cozzo. Le giovani, che partecipano al progetto Intercultura, arrivano accompagnati dalla referente ennese Edwige Riccobene e dalle famiglie che li ospitano. Alcune di loro sono ad Enna già da settembre come la paraguayana Amal e la tailandese Jintra ospiti rispettivamente delle famiglie di Goffredo Bruno e di Michele Sole, e rimarranno fino al prossimo luglio. Poi c’è la tedesca Adelina, che è ospitata dalla famiglia di Marcello D’Angelo

 che starà qui fino al prossimo maggio. Le ultime giunte sono le due tailandesi Now, ospite di una famiglia di Leonforte, Salvatore Rosano, Wendi, che abita da Enrico Pedone e la cinese Book  ospite della famiglia di Ottavio Ingrà e  rimarranno solo una settimana.
“E’ un progetto che affascina – dice il sindaco che ha regalato alle ospiti delle pubblicazioni su carta stampata e in video sul capoluogo – Le tante famiglie che oggi sono qui confermano la proverbiale ospitalità di questa città e saranno, nel ricordo di queste giovani, la testimonianza della gente di Enna”.
 Fra le famiglie presenti c’è anche quella di Santo Di Cicco la cui figlia, Maria Cristina, tra qualche mese partirà alla volta della Svezia. “I figli non ci appartengono – dice il signor di Cicco con un tono garbato – Ho dato a mia figlia sempre la massima fiducia e sono certa che questa esperienza sarà fondamentale per la sua vita”. Si chiacchiera, rigorosamente in italiano, le giovani sono qua per affinare la lingua, e così le cinesi dicono di adorare gli arancini, mentre Wendi e Amal testimoniano che da loro il traffico è infernale e per raggiungere la scuola devono alzarsi anche due ore prima.
 “Ci piacerebbe che il Comune sponsorizzasse una borsa di studio per permettere ad un giovane di fare questa esperienza unica – dice la Riccobene – L’accesso al progetto è molto selettivo. Parte solo chi supera un test e ha un profitto ottimale a scuola. I giovani, ma negli ultimi anni sono sempre più le ragazze che accedono al progetto di Intercultura, frequentano, durante la permanenza il liceo linguistico “Lincoln”. Ed è proprio grazie alla collaborazione avviata con il linguistico e alla disponibilità del preside, Aldo Petralia, che è stato possibile fare approdare ad Enna Intercultura”.
Le famiglie che ospitano lo fanno nell’ottica della collaborazione tra i Popoli e, dunque, non ricevono alcun contributo economico. Chi volesse saperne di sui progetti di Intercultura può rivolgersi alla referente al numero telefonico 3290050800 o accedere al sito www.intercultura.it.

Related posts