ENNA: RISCHIO ALLUNGAMENTO TEMPI DI ATTESA DEI PRELIEVI. IL LABORATORIO ANALISI DELL’AUSL 4 VIENE TRASFERITO ALL’UMBERTO I.

Print Friendly, PDF & Email

Il laboratorio di analisi dell’Ausl 4 (Ex Inam) è notoriamente riconosciuto quale fiore all’occhiello della struttura sanitaria ennese. Però, secondo il piano regionale di riorganizzazione della rete delle strutture pubbliche di diagnostica di laboratorio,  dovrà chiudere ed essere  trasformato in centro di prelievo. Il progetto di ridimensionamento radicale voluto dalla Regione,

contestato dal Centro studi “Sen.Antonio Romano” a nome di numerosissimi cittadini allarmati,sancisce, così come avvenuto per la radiologia, di fatto la chiusura del laboratorio trasferendo tutta la diagnostica all’ospedale Umberto I°. “Per i cittadini –spiega il direttore generale dell’Ausl 4, Francesco Iudica- non cambierà nulla perché i cittadini, per quanto riguarda i prelievi, così come stanno facendo, continueranno ad andare al poliambulatorio. Gli esami verranno fatti all’Umberto I°, dove vi sono macchinari tecnicamente più avanzati e maggiore personale. Non sta accadendo nulla se non il miglioramento della qualità della prestazioni e una diminuzione dei costi tutto a vantaggio dei cittadini”. Riqualificazione e razionalizzazione del settore della medicina di laboratorio che però non convince i cittadini. “Non si valutano –dicono il presidente e il vice presidente dell’associazione, Mario Orlando e Antonino Occhipinti-  i disagi che saranno sicuramente causati, chiudendo il laboratorio di analisi dell’Ausl e concentrando tutto all’ospedale, ad una vasta area di popolazione che va da Enna a Villarosa, Calascibetta, Centuripe, Catenanuova e Valguarnera, dove i tempi di raccolta dei prelievi, di trasferimento e di elaborazione al laboratorio dell’Umberto I° saranno sicuramente incompatibili con l’assoluta necessità dei cittadini di avere i risultati delle analisi in tempi stretti come attualmente avviene. E’ evidente che l’elaborazione del piano regionale non è frutto di un servizio efficiente che si vuole dare al cittadino, ma di una pianificazione a tavolino in cui l’unico obiettivo è quello di attuare dei risparmi di risorse, anche a costo di un’ulteriore penalizzazione di un bacino d’utenza della provincia di Enna”. Il laboratorio di analisi dell’Ausl 4 di Enna viene considerato dai cittadini una struttura di eccellenza nonostante la mancanza di personale. Mediamente, solo ad Enna nella struttura dell’ex Inam, si fanno circa 60-70 prelievi giornalieri che, sommati a quelli di Enna Bassa e dei Comuni a ad esso collegato, diventano circa 120 prestazioni. Nell’arco dell’anno sono circa 200 mila le anali. Analisi che vengono consegnate il giorno successivo al prelievo e addirittura  alcune, come ad esempio il tempo di coagulazione del sangue che interessano gli ammalati cardiaci, in mezz’ora o l’emocromo in cinque minuti.

Giacomo Lisacchi

Related posts