ENNA: IDV CONVOCA LE FORZE SOCIALI E SINDACALI PER DISCUTERE DI UNA VERA ALTERNATIVA AL PIANO DI RIENTRO SANITARIO

Print Friendly, PDF & Email

Il Dipartimento sanità di Italia dei Valori di Enna si è riunito per discutere la legge approvata sul “Servizio Sanitario Regionale” e gli “Indirizzi e criteri per l’applicazione del Piano di Rientro per la Provincia di Enna”, programmati dal Direttore generale dell’AUSL 4 di Enna.  IDV ritiene irricevibile la programmazione dell’AUSL 4 in quanto riduce i posti letto per acuti e smantella gli ospedali di Piazza Armerina e Leonforte. Ritiene che la politica dei tagli, operata dal Governo Regionale e attuata dal Direttore dell’AUSL di Enna, debba riguardare tutti e non penalizzare solo alcuni: è totalmente inaccettabile che in una politica di “lacrime e sangue” due ospedali piangano e due festeggino la spartizione delle spoglie degli altri. L’operazione non risponde a criteri di maggiore efficienza ed economicità,

 ma esclusivamente alla spartizione del potere politico provinciale. La presenza di deputati regionali di Enna e Nicosia corrisponde esattamente alla spartizione della sanità operata in provincia. Piazza Armerina e Leonforte pagano il prezzo della mancata rappresentanza politica. 
Il Dipartimento sanità del partito si è dotato di un gruppo di lavoro per affrontare in maniera più tecnica i problemi della sanità. “Il gruppo di lavoro “Sanità e servizi sociali” che abbiamo costituito – afferma il Segretario Aldo Murella – è composto da operatori del settore sanitario e dei servizi sociali, di cui il dr. Francesco Naro, già Manager della Sanità, è stato nominato responsabile, si riunirà in tempi brevissimi per lavorare operativamente e valutare le azioni da intraprendere; azioni da condividere con le altre forze politiche, sociali e sindacali che già si sono espresse per una mobilitazione generale. Intanto prenderemo contatto con i nostri referenti di partito a livello più alto, visto che lo “scippo” che si sta perpetrando ai danni del territorio è fuori da ogni logica di assistenza sanitaria. Ci auguriamo soprattutto che il Governatore Lombardo mantenga quegli impegni che ha preso personalmente a Enna nel convegno sanità del suo partito, affermando che ai cittadini sarà garantito il proprio ospedale con tutte le urgenze ed emergenze. La programmazione della Direzione Sanitaria di Enna, che riteniamo improponibile, contrasta in maniera evidente con l’impegno del Governatore a garantire e potenziare gli Ospedali Territoriali.
Pertanto, convinti che la sanità non appartenga né alla destra né al centro e né alla sinistra,  e che a nessuno sia permesso speculare sul diritto alla salute dei cittadini, IDV in settimana convocherà tutte le forze politiche, Sociali, Sindacali, Osservatori Permanenti, Tribunali del Malato, Associazioni e Comitati tutti, nella speranza di non dimenticare nessuno, per valutare insieme tutte le iniziative da mettere in campo in difesa della sanità ennese.  Quanti volessero, da subito, possono mettersi in contatto con IDV attraverso il sito internet provinciale: italiadeivalorienna.blogspot.com

Related posts