SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DI ENNA: A 60 GIORNI DALLA SUA APERTURA FUNZIONA A PIENO RITMO

Print Friendly, PDF & Email

E’ del 31 marzo del 1998 il Decreto Legge n. 112 che conferiva ai Comuni tutte le funzioni amministrative relative alle attività produttive e la data entro la quale gli stessi comuni dovevano approntare, con specifiche dotazioni dal punto di vista strumentale, organizzativo e regolamentare, un apposito ufficio, il SUAP appunto, era il 27 maggio del 1999. Sino a qualche mese fa, nonostante fossero passati undici anni, numerose sollecitazioni al Comune da parte delle imprese, dalle organizzazioni di categoria e dalla stessa Prefettura di Enna che più volte ha svolto un ruolo di pungolo nei confronti di tutti i comuni della provincia, affinchè si realizzasse quella riforma che doveva portare ad una semplificazione

 e ad uno snellimento dei tempi per il rilascio di autorizzazioni amministrative a favore delle imprese, tutto era fermo.
Nonostante le reiterate sollecitazioni, gli investimenti fatti in dotazioni informatiche, le varie iniziative formative attuate nel territorio e l’alternarsi di diverse amministrazioni, il SUAP nel comune capoluogo ha avuto, per svariate vicissitudini, grosse difficoltà a decollare, causando forti disagi agli operatori economici che sono stati costretti, per una pratica di avvio o variazione della loro attività, ad assolvere una miriade di adempimenti, produrre un numero indefinito di documenti, facendo il giro di svariati uffici e senza alcuna certezza dei tempi entro i quali avrebbero potuto ottenere l’esito della loro istanza, scoraggiando quanti avevano intenzione di investire nel nostro territorio, con grave danno per l’economia locale.
L’assessore alle Attività produttive, Tonino Palma attraverso una riorganizzazione degli uffici, con la collaborazione dei diversi assessori e dirigenti coinvolti, nel mese di febbraio di quest’anno, ha mantenuto l’impegno di aprire l’importante ufficio, affidando l’incarico ad Ina  Cascio, esperta nelle problematiche legate alle attività produttive, la quale avvalendosi di uno staff composto da collaboratori provenienti da diversi servizi, dall’ufficio tecnico alla polizia urbana, ha potuto avviare lo sportello.
A distanza di due mesi il SUAP è completamente operativo ed efficiente, tanto che si può cominciare a fare un primo bilancio dell’attività svolta. Il numero di pratiche lavorate in questo arco di tempo è di tutto rispetto: le domande presentate allo sportello sono state 59; di queste 22 riguardano l’apertura di nuovi esercizi commerciali o sub ingressi; altre 21 riguardano la DIA Denuncia di Inizio Attività sanitaria, ovvero l’istanza per la somministrazione di alimenti e bevande in bar e ristoranti o per la vendita di prodotti alimentari in negozi o su automezzi posti su area pubblica; 9 sono le cessazioni di azienda o di rami d’azienda; 7 riguarda variazioni, trasferimenti e vendite promozionali.
L’amministrazione Agnello, avendo compreso l’importanza di tale strumento, tra gli elementi qualificanti della propria azione, aveva già inserito nel proprio programma  l’apertura del SUAP, tanto è vero che sin dai primi mesi della legislatura aveva approntato l’ufficio e aveva affidato l’incarico di responsabile ad uno dei tecnici più validi dell’ufficio tecnico, l’ing. Bacarà che purtroppo dopo poco tempo, mentre era in corso la fase di riorganizzazione della struttura, veniva a mancare prematuramente. Le pratiche chiuse favorevolmente in meno di 60 giorni sono state 17 (29%), 1 trasferita ad altro ufficio in quanto non relativa ad attività produttive, 41 in fase istruttoria o sospese in attesa di integrazione di documenti a carico dei richiedenti.
“Con l’apertura del SUAP abbiamo raggiunto un traguardo molto importante per la città e le imprese – dice l’assessore Palma –  abbiamo colmato una lacuna che si protraeva ormai da undici anni ed abbiamo posto le condizioni per dare un grande aiuto agli imprenditori in termini di semplificazione e snellimento delle procedure. Questa era una delle sfide più impegnative dell’amministrazione Agnello ed una priorità assoluta del mio assessorato, per raggiungere questo obiettivo è stata preziosa e determinante la collaborazione corale di tutta la giunta, in quanto il SUAP, coinvolgendo diversi uffici, ha comportato il trasferimento di competenze, l’assegnazione di personale e la costituzione di uno staff trasversale a vari assessorati. Attualmente stiamo lavorando per la informatizzazione dell’ufficio, la meccanizzazione del procedimento autorizzatorio e la pubblicazione sul sito del comune di tutte le istanze presentate, indicando la tipologia della pratica e lo status in cui si trova – aggiunge Palma – Per questa attività non spenderemo un euro in acquisto di attrezzature e dispositivi informatici, in quanto verranno messi a frutto gli investimenti fatti negli anni passati e verranno messi in funzione gli strumenti tecnologici già in possesso del comune che ha beneficiato nel tempo di finanziamenti volti all’innovazione tecnologica”. L’amministrazione Agnello, con il SUAP, intende dare al territorio un supporto serio per l’apertura di nuove attività imprenditoriali e un sostegno concreto all’economia locale. “Per questo non ci fermeremo soltanto alla fase di semplificazione e snellimento delle procedure, ma provvederemo attraverso lo sportello ed il sito web, a fornire agli imprenditori e a quanti vorranno investire ad Enna tutte le informazioni necessarie per l’avvio delle attività ma soprattutto informazioni sulle opportunità offerte dal territorio e sugli incentivi messi a disposizione dalle normative regionali, nazionali ed europee” conclude Palma.  Il SUAP diventerà sempre più lo strumento attuativo delle politiche di sviluppo del territorio e sarà il fulcro dell’azione amministrativa volta alla rivitalizzazione dell’economia locale.

Related posts