ENNA: FINANZIARIA REGIONALE. ELIO GALVAGNO (PD) ESPRIME SODDISFAZIONE SUI CANTIERI DILAVORO PER DISOCCUPATI

Print Friendly, PDF & Email

“L’approvazione in finanziaria della norma sui “cantieri lavoro” per disoccupati rappresenta un sostegno concreto per la ripresa dell’economia siciliana”. Lo dice Elio Galvagno, deputato regionale del PD e promotore della misura votata dall’Ars. Uno stanziamento di oltre 220 milioni di euro in due anni, che consentirà di avviare mille cantieri di lavoro in tutta l’isola. “La norma – aggiunge il deputato del Pd – assorbe la proposta che avevamo già avanzato sotto forma di disegno di legge. Si tratta di una delle principali misure anticrisi contenute nella Finanziaria, – continua Galvagno, relatore di minoranza dei disegni di legge Bilancio e Finanziaria – che consentirà di dare una boccata d’ossigeno a migliaia di disoccupati,

 offrendo un’opportunità di lavoro concreta, una occasione di formazione e, nello stesso tempo, sostenendo le persone in una fase economica assai difficile come quella che stiamo vivendo. Negli oltre 1.000 cantieri saranno impiegati più di 30 mila operai e mille tecnici, dando così una risposta importante per affrontare le difficoltà che la crisi economica sta producendo in Sicilia, soprattutto nel campo dell’edilizia. Negativo, invece, il giudizio complessivo espresso dal deputato del Pd dopo il voto finale sulla finanziaria. “E’ stata, ancora una volta, un’occasione persa” – dice Galvagno, Vice Presidente della Commissione Bilancio -“Serviva una finanziaria d’urto, che aiutasse la Sicilia ad uscire dalla crisi, invece è stata approvata una legge lacunosa sia sul piano degli interventi che su quello delle proposte. “Se si fa eccezione per le poche proposte accolte, tra quelle formulate dal gruppo del Partito Democratico, la manovra è del tutto priva di contenuti sia dal punto di vista delle misure anticicliche che dal punto di vista delle azioni di risanamento e di riqualificazione della spesa regionale. Tra l’altro la Sicilia, a causa della falcidia dei fondi Fas, ha già perso 4 miliardi di euro di finanziamenti per lo sviluppo che si aggiungono a circa 2 miliardi sottratti da Berlusconi, – prosegue il parlamentare PD – e a fronte di tutto questo la risposta del Governo Lombardo e del suo autonomismo di maniera è stata del tutto inesistente. Valutiamo comunque con soddisfazione la presenza di alcune norme anticrisi, dal piano per l’edilizia popolare, ai 75.000.000 di euro, in 3 anni, per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, ai cantieri lavoro, che interesseranno oltre 30.000 cittadini, e su cui il Pd ha svolto un ruolo cruciale. Nella nostra Provincia in particolare – conclude l’On. Galvagno – avremo nel 2009 102 cantieri di lavoro che impiegheranno circa 1500 operai per più di 70 giornate lavorative ciascuno, con un finanziamento totale di oltre 11 milioni di euro. Stanziati, inoltre, quattro milioni di euro per due anni per il Comune di Enna, per chiudere definitivamente il capitolo dissesto finanziario, tre milioni di euro aggiuntivi all’E.R.S.U. di Enna e tre milioni all’Università KORE”.

 

Related posts