ENNA: L’ASI SMENTISCE L’AMMINISTRATORE DELEGATO DELL’ENEL FULVIO CONTI

Print Friendly, PDF & Email

Le imprese che si insediano nel comprensorio dell’area di sviluppo industriale di Dittaino –Enna sono costrette ad aspettare da sei mesi ad un anno per ottenere l’allacciamento definitivo dell’energia elettrica da parte dell’enel. In escusivo regime di monopolio l’enel non tiene conto delle esigenze dello sviluppo economico del territorio arrecando danno alle imprese e alla realta’ socio-economica.  Il consorzio asi di Dittaino della provincia di Enna e’ stato costretto a diffidare l’enel per i ritardi nella realizzazione degli investimenti per la realizzazione della rete elettrica a bassa e media tensione e della cabina di trasformazione primaria. Forse l’amministratore delegato Fulvio Conti non viene bene informato dai suoi collaboratori:

 la burocrazia e’ lenta all’enel e non a Dittaino. “I lavori citati infatti, andavano realizzati entro maggio 2008 e l’Asi ha diffidato varie volte l’enel per la lentezza nella conduzione dei lavori – spiega l’avv.Mario Alloro dirigente generale dell’Asi, nessuno si e’ preoccupato di redigere una nota di riscontro alle nostre reiterate diffide.
Si tratta di progetti dell’asi finanziati, per circa 2.000.000 di  euro con la misura 1.16 del por Sicilia che l’enel avrebbe dovuto  ultimare entro maggio 2005 e che a tutt’oggi non sono completi”. 
Aggiuge il presidente Gaetano Rabbito che i lavori finanziati dal por 2000/2006 , sono necessari per lo sviluppo economico della zona, infatti una volta realizzati oltre a potenziare i servizi che l’Asi offre alle aziende, verrebbero notevolmente abbattuti i costi ed i tempi di allaccio alle imprese.
Non ci resta che sperare che siano portati tutti a termine e nel piu’ breve tempo possibile in quanto ulteriori ritardi nella ultimazione di lavori metterebbero a rischio i finanziamenti e la perdita della premialita’..

Related posts