ENNA: IL PARTITO DEMOCRATICO CHIEDE DIMISSIONI DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA

Print Friendly, PDF & Email

Abbiamo chiesto a Monaco le sue dimissioni. Sono un atto dovuto alla luce dell’ordine del giorno con il quale i Consiglieri di maggioranza, in testa il Presidente del Consiglio Greco, hanno bocciato la proposta di Monaco sulla scala mobile. Infatti, in seguito alle forti prese di posizione del Partito Democratico, che nei giorni scorsi aveva denunciato che il perdurante immobilismo dell’Amministrazione Monaco rischiava di mettere a rischio il finanziamento, lo stesso Presidente ha richiesto la convocazione di un Consiglio straordinario ed urgente per formulare una nuova proposta da  confrontare con le forze politiche Consiliari. Tale proposta prevedeva, nell’ambito dell’ipotesi progettuale originaria di collegamento

 Enna alta Enna bassa mediante scale mobili, una variante al progetto con l’inserimento di un parcheggio multipiano nella zona Pisciotto. In tal modo, l’importo complessivo dell’opera sarebbe passato da 48 milioni di euro a 56 milioni da suddividere in due stralci funzionali il cui primo stralcio, inerente il tratto di collegamento tra il parcheggio Pisciotto ed il centro storico, da mandare in appalto con i trenta milioni di euro finanziati dal CIPE ed il secondo stralcio, relativo al tratto di collegamento Pisciotto – Enna bassa, da finanziare successivamente.
Pur essendo una evidente proposta di mediazione, l‘abbiamo ritenuta valida, in quanto coerente con la tempistica che richiede l’aggiudicazione entro il 31/12/2009, ma anche perché salvaguardando l’ipotesi progettuale originaria non veniva messo a rischio il finanziamento. L’assessorato ai lavori pubblici, infatti, aveva fatto presente ufficialmente, nel corso di una riunione della settimana scorsa che, nel caso di una modifica progettuale si sarebbe perso il finanziamento che sarebbe pertanto andato ad altre Province. Nonostante queste considerazioni che hanno portato il gruppo PD ad accogliere favorevolmente la proposta, la stessa è stata bocciata dalla maggioranza di centro destra che ha, di fatto, sfiduciato Monaco.
I Consiglieri di maggioranza hanno infatti posto in votazione un OdG precedentemente preparato con il quale hanno approvato una proposta assolutamente configgente con quella di Monaco in quanto tesa a realizzare solo il primo tratto senza il collegamento con Enna Bassa.
Si è trattato di una vera e propria imboscata politica che a nostro avviso và oltre il merito del problema, ma anche di un grave atto di irresponsabilità in quanto, fallita anche questa ipotesi prospettata da Monaco, adesso i finanziamenti sono davvero a rischio. Spetterebbe al Presidente trarre le conseguenza di quanto è successo.

 

Related posts