RIFIUTI: RIUNIONE A PALAZZO D’ORLEANS. RIPARTE LA RACCOLTA A PALERMO

Print Friendly, PDF & Email

PALERMO – Riparte la raccolta dei rifiuti a Palermo, dove a causa di una settimana di stop, si sono accumulate 4.400 tonnellate di rifiuti in strada. E’ questa la conclusione dell’affollata riunione tenutasi stamani nei locali della Presidenza della Regione e presieduta dall’Assessore Gaetano Armao alla quale, in prosecuzione dell’incontro di ieri con il Sottosegretario Guido Bertolaso, hanno partecipato il Prefetto, i vertici militari e dell’AMIA, l’Agenzia regionale dei rifiuti e delle acque (ARRA) e gli esponenti degli ATO rifiuti della Sicilia
A conclusione dell’incontro l’assessore Armao ha riferito al Presidente Raffaele Lombardo, che nel frattempo era giunto a Palazzo d’Orleans per rendersi personalmente

 conto della situazione, sulle misure decise per fronteggiare la situazione.
Su iniziativa della Regione gli ATO dell’isola sono stati chiamati a collaborare attraverso la fornitura straordinaria di mezzi ed uomini. Sono stati, così, reperiti 24 autocompattatori che entreranno in servizio a Palermo, provenienti da tutta la Sicilia, gradualmente ad iniziare da stasera. Altri 16 autocompattatori nuovi arriveranno nei prossimi giorni da Catania. L’Esercito, come già preannunciato ieri, metterà a disposizione uomini  e mezzi a supporto dell’AMIA.
“La Regione, per parte sua, si è tempestivamente fatta carico di coordinare gli interventi per risolvere il problema Palermo – dice l’assessore Gaetano Armao – in stretto raccordo con il Presidente sto seguendo direttamente le iniziative che ci porteranno a recuperare, entro qualche giorno, la situazione di grave disagio per i cittadini e che rischia di pregiudicare l’immagine dell’intera Sicilia. Va sottolineata la straordinaria disponibilità espressa, questa mattina, dalle amministrazioni coinvolte ad offrire il proprio contributo per la Città di Palermo”.
.
“Stiamo affrontando l’emergenza rifiuti – dice Salvatore Cocina dirigente generale della Protezione civile siciliana – applicando alla raccolta il metodo ‘a rete’ già sperimentato proprio negli interventi di protezione civile. Undici Ato rifiuti di tutte le provincie siciliane stanno collaborando alla soluzione della situazione palermitana che dovrebbe rientrare nei tempi indicati dal Sottosegretario Bertolaso. La situazione sarà, comunque, costantemente monitorata presso la sala operativa costituita in Prefettura che valuterà l’andamento della raccolta ed il conferimento in discarica giorno per giorno”.

Manlio Viola

 

Related posts