UNA SANITA’ MIGLIORE UN TUO DIRITTO UN NOSTRO DOVERE

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicata dall’Assessorato Regionale alla Sanità  la guida per i cittadini “La Sanità in Sicilia”. Nelle quattordici facciate di un colorato depliant, sono esposte  motivazioni e finalità della legge di riforma approvata dal Parlamento il 25 marzo scorso. “Ecco cosa è cambiato nell’ultimo anno e cosa cambierà dal primo settembre, quando avrà inizio il nuovo corso della sanità siciliana”, si legge nella premessa. Segue la disamina del grave deficit sanitario che costringe i siciliani a pagare tasse più alte rispetto al resto di Italia, pur in presenza, spesso, di servizi sanitari scadenti.  “Era necessaria una svolta virtuosa che permettesse di razionalizzare la spesa riqualificando l’offerta sanitaria.

 In poche parole era necessario tagliare gli sprechi, guardando al reale fabbisogno dei cittadini, riducendo i ricoveri ospedalieri inappropriati, eliminando reparti doppioni  e posti letto inutili, applicando le regole ed esaltando il principio della responsabilità, del controllo, delle sanzioni e della premialità”. Si presentano, quindi, le principali innovazioni già attive nel campo dell’assistenza, come, tra l’altro,  la nuova anagrafe regionale, il Day Service ambulatoriale ospedaliero, il registro regionale di nefrologia, dialisi e trapianto, le prestazioni integrative ai cronici. “ Grazie ai provvedimenti adottati, l’Assessorato regionale della Sanità ha potuto risparmiare in pochi mesi ingenti somme, andando oltre le più rosee previsioni. In meno di un anno il deficit è stato ridotto di più di 400 milioni di euro”. Tra gli obiettivi più rilevanti, va sicuramente evidenziata la  riorganizzazione e il potenziamento delle cure palliative: “Verrà rimodulata e potenziata l’organizzazione delle cure palliative per rispondere sia ai bisogni riguardanti la sfera sanitaria del malato  che a quelli psicologici, sociali, spirituali, religiosi ed etici, sia del malato che del familiare… La dotazione degli Hospice  sarà di 165 posti letti complessivi (rispetto ai 51 attuali)”. Queste e altre numerose informazioni sono contenute nei depliant distribuiti ai cittadini nei poliambulatori delle ASL siciliane. E’ possibile, inoltre, scaricare la guida dal sito dell’ Assessorato Regionale al seguente indirizzo  http://www.regione.sicilia.it/Sanita/

Related posts