FONDI EUROPEI: BANDO DA 75 MILIONI PER L’ORIENTAMENTO DEGLI STUDENTI MEDI

Print Friendly, PDF & Email

PALERMO – Settantacinque milioni di euro per la realizzazione di un progetto integrato volto a sviluppare un sistema regionale di orientamento, a partire dall’anno scolastico 2009/10 e per un triennio, destinato agli studenti del primo ciclo di istruzione, tra gli 11 e i 14 anni di età, alle loro famiglie e agli insegnanti. Gli obiettivi sono quelli di accompagnare gli studenti delle medie inferiori nel momento della scelta del percorso di istruzione superiore o di formazione professionale da seguire e di contrastare la dispersione scolastica in Sicilia.
Con le risorse del Fse 2007/13, è stato firmato dall’assessore al Lavoro, Luigi Gentile, insieme con i dirigenti generali dei dipartimenti Agenzia per l’impiego, Rino Lo Nigro, Pubblica istruzione e Formazione professionale, Patrizia Monterosso, un bando interdipartimentale destinato agli organismi di formazione e orientamento, dotati di una sede operativa accreditata in Sicilia, costituiti da almeno 5 anni, con esperienza, negli ultimi tre anni, nel settore dell’orientamento, dell’informazione e sensibilizzazione a supporto della formazione e dell’orientamento.
“L’obiettivo di questo bando – dice l’assessore Gentile – è mettere a frutto le esperienze maturate con le sperimentazioni avviate anche in Sicilia negli anni scorsi e, soprattutto, attuare nuove forme di orientamento, che prendono spunto dalle radicali modifiche nei campi della scuola e della formazione e del mercato del lavoro, per consigliare i ragazzi nella scelta di un indirizzo scolastico funzionale all’occupazione. Obiettivo fondamentale è, anche, contrastare la dispersione scolastica in Sicilia. Le azioni, infatti, saranno destinate agli studenti delle seconde e terze medie che devono scegliere l’indirizzo di scuola superiore da frequentare o i percorsi sperimentali di formazione e istruzione per assolvere l’obbligo scolastico, ma anche agli studenti a rischio di dispersione o in situazione di disagio sociale. Il progetto dovrà puntare al coinvolgimento di genitori e insegnanti per raggiungere gli obiettivi prefissati”.
Il progetto avrà durata triennale e, attraverso l’attivazione di una rete di sportelli, avvierà colloqui di orientamento per gli studenti dell’ultimo anno delle scuole secondarie di primo grado. Saranno attivati, inoltre, laboratori per sviluppare nei ragazzi la consapevolezza delle proprie attitudini e per consentire loro il recupero di eventuali carenze nell’apprendimento, con la creazione di momenti di incontro con la realtà produttiva al fine di conoscere il mondo del lavoro. In questo caso, possono essere previsti tirocini, visite guidate e simulazioni per la creazione di impresa. È prevista anche la realizzazione di un portale dell’orientamento, di una rivista trimestrale, di una guida cartacea, che sarà distribuita ai ragazzi che frequentano il terzo anno della scuola media, e di azioni di comunicazione e informazione e di scambio di buone prassi tra scuola media e scuola superiore, agenzie formative, servizi sociali e centri per l’impiego. Per le famiglie, il bando prevede la realizzazione di interventi di coinvolgimento che riguardano l’approfondimento sui piani dell’offerta formativa delle scuole e le opportunità occupazionali nel territorio e, per gli insegnanti, interventi di aggiornamento professionale.Le proposte progettuali e la documentazione richiesta dal bando dovranno giungere all’Agenzia per l’impiego, in via Imperatore Federico, a Palermo, entro il quarantacinquesimo giorno dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Regione. Il bando, con i moduli per la presentazione dei progetti, saranno consultabili anche sui siti dell’assessorato al Lavoro (www.regione.sicilia.it) nella sezione “l’Agenzia informa” e su www.euroinfosicilia.it.

Stanislao Lauricina
                                                             

Related posts