ENNA: I CONSIGLIERI COMUNALI DIPIETRO E PARISI PROPONGONO L’AZZERAMENTO DELL’INDENNITA’ DI PRESENZA

Print Friendly, PDF & Email

Invio per conto dei consiglieri comunale, Avv. Maurizio Dipietro e sig. Claudio Parisi, copia della proposta di delibera a firma degli stessi, con la quale Questi propongono al consiglio comunale l’azzeramento dell’indennità di presenza per la partecipazione dei consiglieri alle sedute di consilglio e di commissioni. Ciò per porre fine alla scandalosa partecipazione di alcuni consiglieri a tutte le sedute, con il conseguente eccessivo incremento di spesa a carico del comune per il pagamento di tali esorbitanti indennità.  Peraltro, la questione di cui sopra è stata posta di recente dal segretario comunale del P.D, Vittorio Di Gangi, e dal Presidente del Consiglio, Paolo Gargaglione, i quali hanno proposto l’adozione di un regolamento

 che contenga la spesa. Ma, esaminata l’eccessiva esosità della spesa, gli stessi consiglieri hanno ritenuto che vada adottata una concreta misura di contenimento della spesa pubblica e non solo palliativi o chiacchiere, sopratutto in un comune come quello di Enna che versa in una situazione parecchio difficile sotto il profilo finanziario.  

 

Partito Democratico
Gruppo Consiliare
al Comune di F u r i . i

Proposta di deliberazione dei Consiglieri Comunali
Claudio Parisi e Maurizio E Di Pietro
Oggetto: I 1. Corresponsione gettone di presenza L. R. 22/0».-
I sottoscritti Consiglieri Comunali della città di Enna, aderenti al Gruppo del Partito Democratico, PREMESSO CHE
> Con Decreto del Presidente della Regione Siciliana n. 19 del 18.10.2001 sono stati determinati le misure minime d’indennità di funzione e dei gettoni di presenza degli amministratori locali in Sicilia ed in particolare all’art, 3 comma 3° si è fissato, per i Consiglieri del Comur.s di .2nna, il gettone di presenza di € 51,65;
> Con delibera di Consiglio Comunale n. 6 del 20.01.2003 veniva approvate il regolamento per la trasformazione del gettone di presenza in indennità di funzione e che la stessa veniva fissata in €1050,00 (millecinquanta/00) mensili;
> Con delibera di Consiglio Comunale n. 26 del 14 09.2005, a seguito delle difficoltà finanziarie dell’Ente sfociate poi rella dichiarazione di dissesto, detta indennità di funzione fu ricalcolata in € 840,00 (ottocentoquaranta/00) mensili, importo riconfermato con delibera n. 11 del 22.02.2006 nella quale si definiva, altresì, che in caso di opzione per la gestione mista, il gettone ci presenza era fissato in € 51,65 (cinquantuno/65) a seduta; > La delibera di Consiglio Comunale n. 31 del 03.03.2009;

FATTO PRESENTE CHE
> Con la Legge n. 22 del 16.12.2008, la Regione Siciliana ha normato, tra l’altro, la nuova composizione delle Giunte e il nuove status degli amministratori locali nell’ottica del contenimento della spesa, pubblica; > Sulla base di quanto piwisto dall’art. 5 corr.ma 4° della succitata, ^egge, il Consigliere Comunale ha diritto di percepire un gettone di presenza per l’effettiva partecipazione a consigli e commissioni, superando così la normativa circa la trasformazione del gettone di presenza in indennità di funzione;

CONSIDERATO
> Che la nuova normativa, come detto, ha abolito la possibilità per i Consiglieri Comunali di trasformare il gettone di presenza in indennità di funzione e che quindi occorre procedere a regolamentare la materia alla luce elei fatto che in questo Ente tutti : Ccnsiglieri avevano optato per il regime dell’indennità di funzione;
> Che la delibera di Consiglio Comunale, n. 31 del 03.03.2009, che ha fatto applicazione della suddetta legge regionale, non ha sortito l’effetto del contenimento della spesa pubblica, prevista dalla L.R. n.. 22/2008, poiché in questo Ente la spesa, fino ad oggi sostenuta, per il pagamento dei gettoni di presenza dei Consiglieri Comunali, nel periodo Gennaio-M aggio 2009, è di poco inferiore a quella del periodo Gennaio-Maggio 2003 eludendo, di fatto, lo spirito che la Legge Regionale n 22 del 16.12.2009 si è prefissata;
Partito Democratico Gruppo Consiliare al Comune di I.mi,i

CONDIVIDENDO
10 spirito che la Legge Regionale n. 22 del 16.12.2009
RITENUTO > Di dovere azzerare l’importo del gettone di presenza per la partec:.pazio.ne dei consiglieri ai consigli comunali ed alle commissioni consiliari; VISTA la L.R. 30/2000 del 23.10.2000;
VISTA la L.R. 22/2008 del 24.12.2008;
VISTO l’O.R.EE.LL.;
VISTI lo Statuto Comunale ed il Regolamento per il Funzionamento del Consiglio
Comunale;

PROPONGONO:
1. di fissare in euro OO,OO (zero/00) il gettone di presenza per la partecipazione dei Consiglieri Comunali alle sedute di Consiglio Comunale e per la partecipazione alle Commissioni Consiliari Permanenti; tale importo ha carattere definitivo;

I redattori:
Maurizio DIPIETRO
Claudio PARISI

 

 

Related posts