ENNA: IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO ASCOMFIDIEN GAETANO DI NICOLO’ FIRMA CONVENZIONE CON BANCA “LUIGI STURZO”

Print Friendly, PDF & Email

Il Presidente del Consorzio AscomfidiEn Gaetano Di Nicolò (a fianco, nella foto, insieme al direttore della Bcc Giampaolo Lauricella)ha firmato la convenzione che consente la piena operatività con la Banca di Credito cooperativo “Luigi Sturzo” di Caltagirone. La Bcc calatina, che aveva già avviato un rapporto con il Consorzio Fidi Cofiac di Catania, sempre espressione del Sistema Confcommercio, ha competenza territoriale, oltre che su Caltagirone, per i comuni confinanti di Piazza Armerina, Mazzarino, Gela, Niscemi, Acate, Mazzarrone, Licodia Eubea, Grammichele, Mineo, Mirabella Imbaccari, San Michele di Ganzaria. L’aver definito le due convenzioni

 con i due Consorzi fidi della Sicilia Orientale che associano imprese sul territorio della banca rilancia l’operatività dell’Istituto, tra le piccole e medie imprese aderenti alla Confcommercio. Alla firma della Convenzione, avvenuta nei locali dell’Ascom Fidi ad Enna erano presenti oltre a Di Nicolò, il Presidente del Consiglio di amministrazione della Banca “Luigi Sturzo”, sen. Francesco Parisi, il Direttore Generale della Banca, dr. Giampaolo Lauricella e il Presidente di Confcommercio Enna, Maurizio Prestifilippo.
La banca di Credito cooperativo “Luigi Sturzo” ha offerto al presidente Di Nicolò la disponibilità ad avviare subito operazioni di finanziamento alle imprese socie della cooperativa fino ad un massimo di 250.000 euro. Sono possibili tutte le forme tecniche dallo scoperto di conto corrente, ai mutui chirografari a 60 mesi e ipotecari fino a 120 mesi. L’Istituto ha perfezionato due importanti strumenti di finanziamento ad istruttoria semplificata e velocissima: un finanziamento ai commercianti per credito di esercizio di importo non superiore a diecimila euro per le imprese associate a Confcommercio e un finanziamento di importo non superiore a seimila euro per il ripianamento di pregiudizievoli Montepaschi Serit, destinato obbligatoriamente al pagamento di INPS e tributi, anche nel caso di accensione di ipoteca giudiziale da parte dell’ente esattore. Ottime sono le condizioni proposte alle imprese garantite dal Confidi, sicuramente migliorative rispetto alla generalità delle condizioni adottate dagli altri Istituti bancari.
Il Presidente della Bcc “Luigi Sturzo”, commentando la firma di questa nuova convenzione, ha detto che è stato raggiunto un altro traguardo che faciliterà la penetrazione del suo Istituto bancario nell’ambiente economico di Piazza Armerina, città a cui la banca guarda con grande attenzione sin dalla sua fondazione. Inoltre Parisi ha assicurato l’interesse della banca verso il finanziamento delle imprese commerciali nello spirito che fu dell’ispiratore dell’Istituto, don Luigi Sturzo, il quale credeva fortemente che il risparmio delle famiglie dovesse essere prioritariamente impiegato per garantire forme di sviluppo alle imprese locali, capaci di dare lavoro ai nostri giovani. Un’idea questa di cui è sempre perfusa l’azione delle Banche di credito cooperativo che rivolgono esclusivamente al territorio di competenza la loro azione, diversamente dalle grandi banche d’affari che raccolgono nelle nostre città e investono in distretti produttivi più evoluti del Nord d’Italia o anche di nazioni straniere.
Anche Di Nicolò ha espresso grande ottimismo perché la Bcc Sturzo si aggiunge al ventaglio di proposte che il Consorzio fidi della Confcommercio offre ai commercianti di Piazza Armerina con garanzia consortile che dal 50% può arrivare fino all’80% con l’attivazione della co-garanzia del Mediocredito centrale.

 

Related posts