ENNA: NOMINATO IL COMMISSARIO AD ACTA DELL’ATO ENNAEUNO. LA REGIONE EROGA 15.500,00 DI EURO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO

Print Friendly, PDF & Email

Si profila il superamento dell’emergenza rifiuti in provincia di Enna. Infatti grazie alla sinergia tra il Commissario ad acta Ing. Guido Rubino, l’ATO ed i Sindaci dei Comuni soci dell’ATO, si è concluso il percorso che consentirà alla Regione di erogare all’ATO EnnaEuno una somma in conto anticipazione di circa € 15.500.000,00 con la quale si dovrà garantire il regolare svolgimento del servizio fino al 31 Dicembre 2009. Il tutto inizia grazie anche all’intuizione da parte dell’ATO di chiedere in tempo il Commissariamento ad acta della Società EnnaEuno sensi dell’art. 61 della L.R.  n. 6 del 14 maggio 2009. L’Ing. Rubino sin dal momento del suo insediamento

 si è subito incontrato con S.E. il Prefetto di Enna, il Presidente della Provincia di Enna ed il Sindaco di Enna. Immediatamente dopo ha avviato un’intensa e fitta interlocuzione con i Sindaci al fine di condividere le migliori soluzioni per addivenire nel più breve tempo possibile all’erogazione delle somme da parte dell’Assessorato al Bilancio. Contestualmente ha avuto una serie di incontri con le Organizzazioni Sindacali (al fine di rassegnare il percorso intrapreso per addivenire alla soluzione del problema finanziario e quindi il pagamento delle spettanze ai lavoratori) e con i fornitori essenziali che, in uno ai lavoratori, garantiscono il servizio.
Tra le azioni consumate dal Commissario è certamente da annoverare l’incontro organizzato dalla stesso tra i Sindaci, l’ATO ed il Ragioniere Generale della Regione Siciliana e Dirigente Generale dell’Assessorato al Bilancio Dott. Vincenzo Emanuele, durante il quale i Sindaci hanno avuto l’occasione per fugare ogni dubbio circa la modalità di erogazione di dette somme e gli atti da compiere per la formalizzazione della richiesta di anticipazione. Infatti, va chiarito che dette somme, ai sensi dell’art. 11 della L.R. n. 6 del 14 maggio 2009  sono anticipate dalla Regione ai Comuni a interessi zero, da restituire in tre annualità a partire dal 2010. La Regione per rientrare da dette anticipazioni provvederà a trattenerli dai contributi regionali spettanti ad ogni Comune. Detti minori trasferimenti potranno essere compensati con il pagamento delle bollette dei rifiuti da parte degli utenti per l’anno 2009 ai quali verranno recapitate le bollette nel mese di settembre p.v..
Lo stesso Commissario si dichiara soddisfatto per il lavoro sino ad oggi compiuto grazie anche alla sensibilità dei Sindaci che con grande senso di responsabilità e al di là delle proprie appartenenze politiche hanno dimostrato di volere affrontare e risolvere un problema che ormai ha assunto dimensioni preoccupanti e non solo nella provincia di Enna. L’acquisizione di queste somme potrebbe rappresentare una possibilità per uscire dalla perenne emergenza e straordinarietà che sta attraversando il settore dei rifiuti in provincia ed avviare un percorso condiviso che possa ristabilire le condizioni di efficienza del servizio e ridare fiducia agli utenti a cui lo stesso viene destinato. Il reperimento delle suddette risorse finanziarie permetterà di fornire tranquillità e serenità a tutte le maestranze ed ai fornitori impiegati nel settore che vedrebbero riconosciute le spettanze arretrate ed il puntuale pagamento di quanto dovuto mensilmente fino a dicembre c.a. Tale nuova condizione consentirà al soggetto gestore di riavviare al meglio tutti i servizi afferenti la gestione dei rifiuti e ridare slancio a tutte quelle iniziative atte ad ottimizzare la gestione quale aumento della raccolta differenziata, puntale lavaggio cassonetti e maggiore pulizia dei centri abitati. È evidente che l’azione del Commissario va vista come il superamento del momento di emergenza e che non si può prescindere dall’avviare un percorso virtuoso che possa regolarizzare pregresso anche attraverso il legittimo recupero dei crediti vantati dalla Società nei confronti degli utenti che non hanno provveduto al pagamento delle bollette relative agli anni pregressi. Da non sottovalutare l’impegno profuso dalla Struttura EnnaEuno e Sicilia Ambiente e dal Genio Civile di Enna circa l’ottenimento della Autorizzazione Integrata Ambientale della discarica di Cozzo Vuturo, che ad oggi risulta una delle poche discariche in Sicilia ad essere regolarmente autorizzata ai sensi della vigente legge. Con l’ottenimento di tale autorizzazione, al limite dei tempi previsti, si è evitata la chiusura della discarica che avrebbe portato al collasso definitivo un sistema rifiuti di per sé già abbastanza debole ed instabile.
Vivo compiacimento esprime il Presidente dell’ATO EnnaEuno per quanto sin qui sviluppato e in particolar modo per l’avvenuta  nomina del Commissario ad acta pur non essendo stato decretato lo stato di emergenza sanitaria, differentemente a quanto avvenuto per gli altri ATO della Sicilia. Ringrazia, altresì, tutti gli operatori del settore per avere continuato a svolgere ala propria attività lavorativa pur nella non puntuale corresponsione della retribuzione. Rivolge le scuse agli utenti per i disservizi avuti e li esorta con altrettanta solerzia al pagamento delle bollette che saranno recapitate nei tempi avvenire.

 

Related posts