ENNA: IL VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE ALFREDO COLIANNI A MONACO. “IL PRESIDENTE HA TRADITO”

Print Friendly, PDF & Email

Alfredo Colianni Vice Presidente del consiglio della Provincia di Enna,  coordinatore del  Partito Liberale Italiano dichiara: Monaco non e’ leale nei confronti degli alleati che lo hanno fatto eleggere, prova ne è la giunta a rate e di basso profilo che ha messo in piedi, lasciando fuori nella partecipazione del governo provinciale, anche come sottogoverni , tutti i piccoli partiti della coalizione. Del basso profilo della composizione della giunta,  ne ha parlato  velatamente peraltro lo stesso presidente Monaco, avendo dichiarato che il motivo dell’azzeramento  della giunta, sarebbe servito all’innalzamento della qualita’ della stessa , ma di fatto e’ stato sostituito solo un assessore l’ avvocato Alessi

, noto professionista di indubbie qualita’ professionali e umane, stimato non solo da me ma da altrettanti 1200 elettori circa. Deduco che il Presidente Monaco ha bisogno di contornarsi invece da uomini che non si sono messi in discussione durante la campagna  elettorale e quando lo hanno fatto, non hanno ottenuto il risultato
sperato. E’ segno evidente che un azzeramento della giunta dettato dalla disperazione e dalla ingovernabilità, come è successo nella provincia di Enna, segna un fallimento politico, in special modo quando non sono piu i cittadini a scegliere la giunta e il presidente come accade in prima battuta in fase di elezione, ma il presidente della provincia si autolegittima alla nomina dei propri “amici”, senza tenere piu conto dalle indicazioni impartitagli dagli elettori che all’inizio  hanno scelto e votato giunta e Presidente insieme ad un programma elettorale. Cosi’ viene meno la  fiducia dei cittadini che si sentono traditi, impotenti ed incapaci di reagire a sopraffazioni e ingiustizie. Questo Presidente dell’ente Provincia, dopo avere fatto man bassa dei voti, vuole mettere alla porta tutti coloro che non aderiscono ai grandi partiti, mentre dei piccoli, entrano in giunta solo elementi di comodo che, si sono mascherati in movimenti che di fatto corrispondono alla logica dei partiti piu grandi. Alfredo Colianni aggiunge che mai sono stati tanti i problemi, quando al vertice dei governi degli enti locali, sono andati coloro che erano ex componenti di un partito come Alleanza Nazionale. (vedi ex amministrazione del capoluogo e adesso la provincia). Colianni aggiunge ” come eventuale coalizione di centro destra non commetteremo piu l’errore di farci rappresentare da chi fa parte di questa componente, d’altronte  Enna è  una citta’ moderata che non ha mai votato  l’estrema destra. Da quando purtroppo vige questo sistema elettorale, costoro hanno scippato e carpito il voto degli elettori moderati.
Imbevuto dal potere affidatogli, il Presidente Monaco consigliato in
maniera maldestra, assume atteggiamenti di “Mobbing politico”, mettendo a repentaglio il futuro del centro destra nella provincia di Enna, dove a volte il trasversalismo fa da sovrano, specialmente in piccole
province  come questa, dove ci si conosce tutti e tutti probabilmente
nel passato hanno fatto affari insieme.
Non daremo piu “perle ai porci”, 5 anni passano in fretta e se dal
fallimento avuto, il presidente Monaco non ha  il buon senso di
dimettersi , eticamente ed anche come uomo perde la nostra stima, allora meglio la prima repubblica , dove i diritti degli uomini erano
rispettati, dove l’uomo era piu uomo, e dove l’etica era etica.

                                                                                                                                                                          
Rag.Alfredo Colianni (Partito Liberale Italiano)
(Vice Presidente del Consiglio)

Related posts