ENNA: DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEI PRESIDENTI DEL CONSIGLIO COMUNALE E PROVINCIALE RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE DELLA SCALA MOBILE

Print Friendly, PDF & Email

Testo integrale dell’ordine del giorno approvato dalle conferenze dei capi-gruppo rispettivamente del Consiglio Provinciale e del Consiglio Comunale di Enna riunite in seduta congiunta dai Presidenti di Consiglio Massimo Greco e Paolo Gargaglione ieri 3 agosto presso la sede dell’Ente Provincia in merito alla problematica relativa alla realizzazione della scala mobile. Premesso che: In data 31 luglio 2009 il Consiglio Provinciale di Enna e il Consiglio Comunale di Enna si sono riuniti congiuntamente in seduta urgente ed aperta per promuovere uno specifico dibattito politico sulle problematiche connesse alla procedura d’appalto del “Percorso pedonale meccanizzato tra Enna alta ed Enna bassa”;

 Dal dibattito, nutrito di interventi e contributi forniti da tutti i Consiglieri, è emerso il serio e concreto pericolo di non riuscire a rispettare i tempi prescritti dal crono-programma regionale per definire le procedure di appalto della progettata opera;

Le difficoltà tecniche di maggiore spessore riguardano la localizzazione di parti dell’opera in aree gravate da vincoli di varia natura alla cui cura sono preposti alcuni Uffici periferici della Regione Siciliana, i quali non hanno mancato di formalizzare le proprie riserve;

Atteso che:

L’opera in questione è stata inserita nell’Accordo di Programma Quadro per le Infrastrutture Stradali a seguito della stipula del 1° Atto Integrativo del 30 novembre 2007 con una previsione di spesa pari ad euro 30 milioni coperti interamente dalla Delibera CIPE n. 3/06, con soggetto attuatore individuato nell’Ente Provincia;

La citata delibera CIPE impone di pervenire agli atti giuridicamente vincolanti entro il 31 dicembre 2009, pena la decurtazione delle risorse;

Considerato che l’opera in questione è considerata strategica per lo sviluppo del territorio ennese, già nel passato scippato di importanti risorse economiche (Pasquasia, Enel, Telecom, Banca d’Italia ecc…) e che la locale classe dirigente e politica non può permettersi di perdere anche questa occasione, 

Deliberano all’unanimità dei presenti

a) di promuovere ogni utile iniziativa politica ed istituzionale per salvare il promesso finanziamento;

b) di impegnare il Presidente della Provincia e il Sindaco di Enna ad attivare quanto di rispettiva competenza per perseguire detta finalità;

c) di coinvolgere tutta la Rappresentanza Parlamentare nazionale e regionale per un’azione sinergica e mirata alla difesa delle ragioni del territorio della provincia di Enna.

 

 Il Presidente del Consiglio Provinciale     Il Presidente del Consiglio Comunale
       Massimo Greco     Paolo Gargaglione

 

Related posts