IL SINDACO DI AIDONE FILIPPO GANGI TRACCIA UN BILANCIO SULLE MANIFESTAZIONI ESTIVE AD AIDONE. “LA CITTA’ E’ PRONTA PER OSPITARE LA VENERE IN QUESTA SEDE”

Print Friendly, PDF & Email

Un bilancio senza dubbio positivo quello che fa segnare l’amministrazione comunale di Aidone, con in testa il sindaco Filippo Gangi, sulle manifestazioni estive svolte nel comune aidonese. “Fermo restando che ogni evento, con il contributo critico ma costruttivo di tutti è migliorabile – dice il sindaco Filippo Gangi – non possiamo che ritenerci soddisfatti”. Per il primo cittadino gli eventi messi in campo e che nel prossimo anno saranno migliorati sia in termini di qualità che di quantità dovranno essere propedeutici in vista degli appuntamenti preparatori al ritorno della Venere di Morgantina, previsto per la fine del 2010. La manifestazione “Morgantina..rivive” – continua Gangi –  per merito dell’Archeoclub

  e con il patrocinio del Comune, ha avuto un indiscusso successo di pubblico e suscitato l’ apprezzamento dell’On. Pino Federico, in visita con la moglie, in rappresentanza del Presidente della Regione, nonché Presidente della Provincia Regionale di Caltanissetta, che con il suo lusinghiero giudizio ha inteso incoraggiare l’evento anche per i prossimi anni. E questa Amministrazione già dal 2010 intende supportare l’Archeoclub in una migliore organizzazione. Nelle due sere di “Morgantina … rivive”, sia i nostri concittadini, ma anche tante persone arrivate da altri centri siciliani, sono stati deliziati dai virtuosismi musicali di talentuosi artisti che hanno animato la “Aidone Jazz 2009”, con il patrocinio della Pro Loco, sotto la direzione artistica dal nostro concittadino Giuseppe Mirabella, lui stesso acclamato jazzista in ambito non solo nazionale e che di sicuro saprà proiettare nei prossimi anni la rassegna aidonese in un circuito jazzistico di livello nazionale. Ma ottimo successo pur in un contesto di sobrietà in parte necessitata – continua il primo cittadino – ha riscosso anche la rievocazione de  “U’ Batt’ment”, grazie all’apporto della Fidapa e l’Associazione dei Cavalieri della Contessa Adelasia sotto la supervisione delle sorelle Elida e Linda Di Dio, esperte in manifestazioni federiciane. Non vi è stato nessun stravolgimento ma solamente si è inteso aderire più fedelmente alla rappresentazione che si teneva in origine al Passo dei Giudei in contrada Ciappino in cui avveniva il confronto tra nove cavalieri cristiani e nove saraceni. Ma non meno soddisfatti siamo per la riuscita di una manifestazione ricreativa come il torneo di calcio a cinque in piazza ex Macello che ha visto la partecipazione di oltre 150 atleti di tutte le fasce di età ed un grande seguito di pubblico e si è concluso in un clima di festa e di generale approvazione”. Per il sindaco Filippo Gangi, archiviata questa estate, c’è subito da concentrarsi su un aspetto che molto spesso viene trascurato ma che invece è di vitale importanza per la valorizzazione e promozione di una città soprattutto in vista del grande evento mondiale che la interesserà il prossimo anno, come quello del suo decoro sia urbano che extraurbano. “Ormai risultano sempre più fugati i timori che la Venere di Morgantina possa essere dirottata altrove – continua – la conferma arriva dalle dichiarazioni dell’assessore regionale ai Beni culturali Lino Leanza – che a più riprese, ha prospettato in maniera inequivoca la destinazione della statua e degli altri preziosissimi reperti, ossia acroliti e argenti, ad Aidone, verosimilmente nel locale museo, enfatizzando, correttamente, il connubio naturale tra Aidone e Piazza Armerina in un unico distretto culturale. Ma ad un progetto così ambizioso deve camminare pari passo una grande rivoluzione culturale e civica di tutta la comunità cittadina con una azione sinergica in tutte le sue componenti, rendendo Aidone accogliente, ordinata e pulita. È giunto il momento di dimostrare di essere all’altezza, preparandosi a dovere, come un simile grande evento richiede”.

Related posts