IL SINDACO FAUSTO NIGRELLI DI PIAZZA ARMERINA INCONTRA ISTITUZIONI DELLA PROVINCIA DI MATERA

Print Friendly, PDF & Email

Il Sindaco Carmelo Nigrelli è in questi giorni a Matera, ospite dell’organizzazione di Gezziamoci a Matera, uno dei festival jazz più longevi d’Italia, giunto alla ventiduesima edizione. Il festival, organizzato dall’Onyx Jazz club diretto da Gigi Esposito, prevede concerti nelle strade dei Sassi di Matera, nei chiostri, nelle terrazze, nei Musei con oltre 40 musicisti provenienti da tutta Italia. “Ho accolto immediatamente l’invito di Gigi Esposito non solo perché c’è la concreta possibilità di trovare forme di collaborazione con PiazzaJazz per le quali sarà coinvolto il direttore artistico Giovanni Mazzarino, ma perché tra le due città, entrambe socie dell’Associazione dei Siti Unesco, possono avviarsi numerose attività comuni”,

 ha dichiarato il Sindaco Nigrelli. Calorosissima l’accoglienza ricevuta non solo dagli organizzatori del festival, ma dalle autorità locali. Venerdì mattina, infatti, Nigrelli ha avuto un incontro presso il Comune di Matera con il Sindaco Sen. Emilio Nicola Buccico, il Presidente della Provincia di Matera Franco Stella, l’assessore provinciale alle Politiche Industriali e dello Sviluppo Economico, Politiche del Turismo e Promozione del Territorio, Forestazione, Agricoltura, Giuseppe Dalessandro e il Presidente della Camera di commercio Angelo Tortorelli.

Durante l’incontro, che si è protratto per un’ora e mezza, si è discusso delle diverse forme di collaborazione tra le due città.

“Piazza e Matera hanno molte cose in comune: un importante centro storico, una scuola di archeologia, una biblioteca pubblica rilevante, una manifestazione jazz di grande richiamo. Il sindaco di Matera sarà ospite di Piazza, insieme ai sindaci delle città siti Unesco, in occasione della riapertura della Villa romana – ha anticipato Nigrelli – ma, essendo un appassionato di libri antichi, verrà invitato anche per l’inaugurazione della Mostra permanente del libro antico che dovrebbe tenersi entro la fine dell’anno”. “Inoltre – ha continuato – solleciterò l’Università Kore e la provincia regionale perché vengano stretti rapporti con gli analoghi enti materani”.

Related posts