ARRESTATI PREGIUDICATI RITENUTI ESECUTORI DI ATTENTATI INCENDIARI ED ESTORSIONI A DANNO COMMERCIANTI DI VALGUARNERA E BARRAFRANCA

Print Friendly, PDF & Email

Arrestati due pregiudicati ritenuti gli autori di una lunga serie di attentati incendiari ed estorsioni ai danni di autosaloni, officine e autocarrozzerie di valguarnera e barrafranca al fine di poter acquisire il controllo del mercato delle auto usate della zona. uno dei due e’ accusato anche di sequestro di persona e lesioni aggravate in danno di un ragazzo psicolabile costretto ad addossarsi la responsabilita’ di pregressi incendi. I carabinieri del comando compagnia carabinieri di piazza armerina nel corso delle prime ore della mattinata hanno tratto in arresto:-   1. Parisi filippo di anni 34, residente  a valguarnera caropepe  (en), celibe, commerciante di auto usate, pregiudicato, 

 2. Spitaleri salvatore di anni 40, residente  a valguarnera caropepe, convivente, manovale, pregiudicato La procura della repubblica e l’ ufficio g.i.p. del tribunale di enna, concordando con gli esiti prospettati da questo comando a conclusione delle indagini avviate  a seguito di numerosi attentati incendiari verificatisi nel decorso mese di luglio scorso in valguarnera e barrafranca, nel corso dei quali sono rimaste distrutte dal fuoco, in tre distinti episodi, ben quattordici autovetture usate e gravemente danneggiate un’ autofficina ed un’autocarrozzeria, hanno emesso un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere che ha disposto l’arresto dei due soggetti.
Il parisi filippo e’ altresi’ accusato di aver pesantemente malmenato e sequestrato per qualche ora un ragazzo di 38 anni di valguarnera, sofferente di malattie psichiche, allo scopo di fargli dichiarare davanti a terzi di essere stato egli l’autore di pregressi incendi di autovetture .

Il movente principale e’ stato individuato nel tentativo di natura estorsiva perseguito dal parisi filippo, attraverso la sistematica distruzione a mezzo incendio di tutte le auto usate in conto vendita che si trovavano a valguarnera riconducibili ad altri due operatori del settore, nonche’ delle officine meccaniche e carrozzerie di cui questi si servivano, al fine di poter assumere il controllo di tale mercato nella zona
Gli arrestati al termine della compilazione degli atti di rito sono stati condotti presso casa circondariale enna a disposizione dell’autorita’ giudiziaria.
Ulteriori particolari saranno forniti nel corso di una conferenza stampa chhe si terra’ presso questa compagnia alle ore 10,30 di oggi.- 

Related posts