CAMPI DI VOLONTARIATO INTERNAZIONE: UNO STRUMENTO PER ABBATTERE PREGIUDIZI E DIFFERENZE CULTURALI E SOCIALI

Print Friendly, PDF & Email

Per il sesto anno consecutivo Legambiente Agira, ha organizzato dal 20 al 30 agosto 2009 iniziativa internazionale dei campi di volontariato, che ha avuto lo scopo di permettere a persone di nazionalità diversa di incontrarsi e conoscersi attraverso un’esperienza comune di volontariato, strumento di abbattimento di pregiudizi e differenze culturali e sociali. Lavorare e vivere la quotidianità assieme, seppur per pochi giorni e contribuire alla creazione delle basi di relazioni umane necessarie per un mondo diverso. Quest’anno ad Agira sono stati presenti ben 15 volontari provenienti dalla Francia, Giappone, Grecia, Repubblica Ceca, Spagna e Russia sono stati ospitati

  all’interno della sede dell’associazione e si sono occupati del ripristino del vecchio sentiero e la realizzazione di  uno nuovo all’interno della Riserva naturale orientata “Vallone Piano della Corte”. Ovviamente, i volontari sono stati impieganti in un ricco programma, che li ha visti impegnati anche come giuria all’interno del Carnevale Estivo 2009, ed alcuni Comuni limitrofi Nissoria, Leonforte, Gagliano ed Enna ed ovviamente non poteva mancare la visita al centro di educazione ambientale “Diodoro Siculo”ed la conoscenza dei monumenti di Agira. 
 L’iniziativa è stata sostenuta dall’ente Gestore della riserva il CUTGANA dell’Università di Catania, diretto dall’Ing. Salvatore Cartarrasa, dal CSVEtneo di Catania ed Enna, dagli sponsor locali Despar Agira e Panificio Laquidara.
 L’interprete Micelle Cooper, dichiara, che contribuire a realizzare un progetto concreto di intervento nei settori dell’ambiente, della pace, della solidarietà, della cooperazione porta un enorme soddisfazione.
 Infine il Presidente Mariano Mazzocca, dichiara, che la sua associazione ha voluto organizzare per il sesto anno consecutivo l’iniziativa, sapendo dell’enorme successo raggiungendo gli scopi prefissati ed instaurando un rapporto di amicizia con i volontari provenienti da diverse parti del mondo e contribuito a valorizzare e far conoscere il territorio locale.
Un grazie particolare, dichiara infine Mariano Mazzocca, va all’interprete Micelle Cooper, che ci ha permesso di comunicare con i volontari, non dimenticando i volontari locali Salimeni Filippo, Scornavacca Giuseppe (cuoco), Torregrossa Gaetano e Pietro, Fontana Orazio, Miceli Antonella, Troina Giuseppe, Bottitta Giusppe e Fabrizio Turrisi.

Related posts