ENNA: RIAPRONO LE SCUOLE AL DE AMICIS

Print Friendly, PDF & Email

Ultimo tintin di campanella di inizio d’anno scolastico per gli alunni delle elementari del capoluogo. Le lezioni, infatti, alla “De Amicis”, inizieranno oggi 24 settembre, una settimana dopo rispetto a tutte le altre scolaresche.  Un ritardo ampiamente giustificato. Il motivo: organizzare e adeguare ricettivamente l’edificio scolastico di Via Libertà per accogliere le classi provenienti dal plesso “Fundrisi”, dove a giorni inizieranno i lavori di ristrutturazione da tempo programmati dal Comune. Anche la media “Garibaldi” di Via Duca d’Aosta ha messo a disposizione delle aule per ospitare alcune classi di quel Plesso. Il tutto, ha dichiarato il geometra comunale e direttore dei lavori Mario Cameli

  e l’assessore alla pubblica istruzione Claudia Cozzo, per contenere al minimo i disagi dei ragazzi e delle loro famiglie. Notevole è stato l’impegno organizzativo del dirigente scolastico del 1° Circolo, Maria Belato, per rendere agevole l’inserimento degli 86 bambini provenienti dalla “Fundrisi”, la scuola che porta il nome di uno dei più caratteristici e antichi rioni della città. Fu voluta, in quel quartiere, dal Sindaco dell’epoca, Paolo Lo Manto, che nacque in Via Mercato, dove abitò fino al conseguimento della laurea. Allora era un quartiere popoloso ma vi era una forte dispersione scolastica. In quel tempo, gli unici edifici scolastici per le elementari a Enna erano il “Santa Chiara” e il “De Amicis”, ma molti erano i plessi ospitati in edifici impropri o in aule sparse. Così il Sindaco Lo Manto incaricò l’ufficio tecnico comunale di approntare il progetto della nuova scuola. Si era nei primi anni Cinquanta. I lavori iniziarono intorno al 1954 e furono ultimati in pochi anni. Il dirigente dell’ufficio tecnico comunale, ingegnere Salvatore Campolino, approntò il progetto esecutivo, riprendendo quello redatto dall’ing. Francesco Mannino del 1933. Dopo pochi anni dall’inaugurazione, il Comune e le autorità scolastiche pensarono all’ampliamento della Scuola perché risultò insufficiente ad ospitare tutta la popolazione scolastica del quartiere, dovuta all’incremento di cittadini residenti, insediatesi nei nuovi quartieri dello “Spirito Santo” e di “Montesalvo”, realizzati in quegli anni. Alla fine degli anni ‘60 fu quindi aumentato il numero delle aule con la sopraelevazione dell’edificio. In seguito la scuola fu dotata di una palestra e di altri locali, realizzati in ampliamento. Il plesso venne annesso al 1° Circolo “De Amicis” fino al 1978, anno in cui divenne 4° circolo didattico ed intitolato al compositore “F.Paolo Neglia”, e comprendente i plessi di Pergusa e S. Anna, fino al trasferimento dello stesso circolo ad Enna Bassa. Nel riprendere la vecchia denominazione di “Scuole Elementari Fundrisi”, fu annesso al 3° circolo “Sant’Onofrio”.  Dal 1997 tornò a far parte del “De Amicis”.  Salvatore Presti

Related posts