SCALE MOBILI A ENNA: PAOLO COLIANNI CHIEDE AL PRESIDENTE MONACO “UN TAVOLO TECNICO CONDIVISO CON TUTTE LE FORZE POLITICHE PRESENTI SUL TERRITORIO”

Print Friendly, PDF & Email

“Non si dica che vogliamo distruggere senza costruire” sono queste le parole di Paolo Colianni sulla questione dei fondi sulla scala mobile a Enna. Colianni ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa di volere chiedere al Presidente Monaco un tavolo tecnico per progettare un collegamento condiviso tra Enna alta ed Enna bassa, in grado di tenere conto degli attuali vincoli paesaggistici e soprattutto del dissesto idrogeologico che interessa gran parte delle pendici. “Il presidente Lombardo ha già assicurato di volere riservare i fondi a questa Provincia, questo teritorio potrà quindi investire i fondi in progetti utili e realizzabili, come la riapertura della Panoramica,

 

o ancora valorizzando l’asse viario Morgantina Villa del Casale e soprattutto bandendo un appalto concorso che consenta a tutti di esprimere le proprie idee sul collegamento tra la zona alta e la zona bassa della città. Trovando la soluzione più valida e condivisibile.
“Lombardo sta facendo moltissimo per questo territorio e lo ha dimostrato riservando i fondi a questa provincia”. Dello stesso parere anche Angelo Ferrigno Sindaco di Barrafranca che si dichiara soddisfatto per il finanziamento di 820 milioni di euro che la giunta regionale ha destinato al comune dell’ennese per la ristrutturazione di alcuni edifici”. Per Turi Bonaccorso segretario comunale del Mpa “la progettazione dell’Università Kore inerente la scala mobile tra Enna alta ed Enna bassa non ha tenuto conto dei vincoli paesaggistici della zona e del dissesto idrogeologico e per questo motivo non potrà mai essere realizzata”.

Mario Barbarino

Related posts