COMUNE DI ENNA: IL CONSIGLIERE GRAVINA A GARGAGLIONE E SPAMPINATO. “DIMENTICATE CHE AVETE AMMINISTRATO PER QUATTRO ANNI E MEZZO”

Print Friendly, PDF & Email

Sembra alquanto ridicolo per non dire altro, quanto dichiarato nel  comunicato del Presidente del consiglio comunale e dell’assessore all’urbanistica Spampinato in data 07/10/2009 e apparso sulla stampa in  riferimento alla giunta Provinciale. I due amministratori dimenticandosi per un attimo di quale giunta  fallimentare fanno parte, criticano l’azione politica della giunta  provinciale Monaco, tralasciando il fatto che la giunta Monaco è in carica da un anno e mezzo e ad oggi non mi pare che abbia mancato per  immobilismo,  mentre la giunta Agnello è ormai allo scadere per nostra  fortuna del mandato, dove ciò che ha caratterizzato i suoi quattro anni  e mezzo è stato solo

 il pieno fallimento, sia di una azione politica, basti pensare che è partita con una maggioranza bulgara in consiglio e  oggi si ritrova senza più questa maggioranza,  e sia il pieno  fallimento di un’azione amministrativa in cui si è caratterizzata solo per scelte assurde e impopolari e per aver ridotto al lumicino la Città di Enna.Qualcuno si chiederà per quale opera importante si potrà ricordare la giunta Agnello che sia farina del suo sacco ossia che non ha ereditato dalla vecchia amministrazione, ebbene il nulla più totale!!! qualcuno si chiederà pure quali contributi è riuscito a portare ad Enna la giunta Agnello, ebbene anche qui il nulla più totale e se dobbiamo dirla tutta qualcuno di questi finanziamenti li ha pure persi !! Pertanto consiglierei loro di essere più cauti nell’esprimere valutazioni politiche in quanto oramai i cittadini ennesi hanno avuto modo di conoscervi e quindi sanno, che voi della giunta Agnello, siete gli unici a non poter emettere critiche alla luce di quello che avete  dimostrato di saper fare in ben quattro anni e mezzo. Piuttosto provate a chiedere scusa alla città per aver fatto spendere ulteriori soldi con il commissariamento del bilancio consuntivo 2008 in cui gli unici responsabili siete voi per la superficialità con cui gestite la cosa pubblica.

Related posts