“LA MAFIA NELL’ERA DELLA GLOBALIZZAZIONE” AL VIA IL PROGETTO EDUCATIVO ANTIMAFIA 2009-10 DEL CENTRO STUDI PIO LA TORRE

Print Friendly, PDF & Email

Venerdì 23 novembre, alle ore 9, presso il Cinema Golden di Via Terrasanta 60, a Palermo, si terrà la prima conferenza del Progetto Educativo Antimafia 2009-10 promosso per il quarto anno dal Centro Studi ed Iniziative Culturali “Pio La Torre” – Onlus. Il tema dell’incontro sarà “Tra storia e attualità: cosa sono le mafie nell’era della globalizzazione”. A discutere il tema Antonio Ingroia, procuratore aggiunto della Procura di Palermo e Rocco Sciarrone, ordinario di sociologia presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Torino. A moderare il dibattito Vito Lo Monaco, presidente del Centro Studi Pio La Torre. Quest’anno il progetto è rivolto a ottanta scuole superiori presenti sul tutto il territorio nazionale.

 Per le scuole al di fuori della provincia di Palermo o impossibilitate a essere presenti al Cinema Rouge et Noir sarà possibile assistere al dibattito grazie a un sistema di videoconferenza “Il filo conduttore delle video conferenze – dichiara il presidente Vito Lo Monaco – e la somministrazione di un questionario per indagare sulla percezione giovanile del fenomeno mafioso, con l’intervento di esperti di alto livello scientifico, si propone di esplorare le contraddizioni del sistema politico italiano, i rischi che corre la nostra democrazia e di sollecitare una riflessione autonoma dei giovani”.

Alle scuole che parteciperanno, il Centro metterà a disposizione l’atto unico “Pio La Torre, orgoglio di Sicilia” scritto da Vincenzo Consolo e pubblicato dal Centro Pio La Torre. Su questo testo saranno sollecitati gli eventuali gruppi teatrali delle scuole aderenti, proponendo loro di mettere in scena la pièce. La migliore rappresentazione, valutata da un comitato scientifico di esperti teatrali e culturali, sarà replicata in occasione della manifestazione dell’anniversario dell’uccisione di Pio La Torre e Rosario di Salvo (30/04/1982).

I ragazzi saranno inoltre coinvolti in attività facoltative parallele: la redazione di articoli per la rivista ASud’Europa edita dal Centro Studi e la visita a beni confiscati alla mafia. Inoltre verranno messi a disposizione delle scuole un elenco di documentari e film sul tema dell’antimafia e prima di ogni incontro, degli opuscoli preparatori sul tema che verrà affrontato.

Proseguendo nel lavoro iniziato lo scorso anno, agli studenti sarà poi proposto un questionario teso a conoscere la percezione del fenomeno mafioso da parte dei giovani.

Related posts