ENNA: IL PRESIDENTE DI CONFARTIGIANATO AUSPICA LA REALIZZAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI

Print Friendly, PDF & Email

L’Italia è alle prese con una pesante crisi economica che a Enna in particolare si riflette doppiamente per gli artigiani e i piccoli commercianti che devono fare i conti con la concorrenza sempre più serrata dei centri commerciali. Due categorie, però, che non intendono subire gli avvenimenti con le mani in mano e per il futuro hanno in serbo alcune significative novità, con l’obiettivo primario di incrementare la competititività dei piccoli esercizi della nostra città. A tale proposito, il progetto dell’istituzione dei “Centri naturali commerciali”, al quale l’assessore comunale alle attività produttive, Tonino Palma, si è speso assieme all’Amministrazione, alla Camera di commercio,

agli imprenditori e alle loro organizzazioni sindacali e portato all’approvazione del Consiglio comunale dove in prima seduta per l’allontamento di molti consiglieri  non è potuto essere approvato, ha lasciato non pochi trascichi. “E’ assai grave – dice il presidente provinciale della Confartigianato, Mario Signorello Cascio– quanto avvenuto l’altra sera nella penultima seduta del Consiglio comunale, dove il venir meno del numero legale ha impedito che si portasse avanti un progetto presentato da artigiani e commercianti della città di Enna riguardante la nascita dei Centri commerciali naturali. Un progetto per il quale è possibile ottenere dei finanziamenti da parte della Regione che andranno persi se non si presenterà entro il 31 ottobre. Per fortuna, il buon senso nel giro di 24 ore ha fatto si che venisse approvato il piano portato avanti dall’assessore Palma concordato con tutte le associazioni di categoria. Tra l’altro –aggiunge Cascio- alla luce di quanto abbiamo avuto comunicato dal nostro segretario regionale di Confartigianato, Salvatore Puglisi, che ha incontrato l’assessore regionale Salvino Caputo, la terza Commissione ha sbloccato 250 milioni di euro che andranno a finanziare tutti i Centri commerciali naturali. Inoltre –sottolinea ancora Cascio-, il segretario regionale Puglisi, fa sapere che sono previsti da parte della Regione anche fondi per l’allargamento e potenziamento delle aree artigiane, intervento molto utile per la realtà ennese. Per questo –conclude- auspichiamo che in seno all’Amministrazione comunale e al consesso civico si ritrovi il giusto equilibrio, al di là delle fazioni politiche, per poter continuare a lavorare e cercare di portare a termine tutte quelle iniziative utili per lo sviluppo della città” .

Giacomo Lisacchi

Related posts