PD ENNA: SODDISFAZIONE PER IL COORDINAMENTO DELLA MOZIONE FRANCESCHINI

Print Friendly, PDF & Email

La straordinaria mobilitazione del popolo delle primarie oltre a rappresentare una grande prova di democrazia e passione politica rafforza in maniera inequivocabile lo strumento delle primarie quale metodo di partecipazione attiva degli elettori alla vita del partito. Nonostante ciò si tratta di un sistema che presenta grosse falle, bisogna impedire che elettori di centrodestra con il loro voto  possano falsare l’esito di una competizione tutta interna al partito. Archiviata la fase congressuale bisogna lavorare tutti assieme per amalgamare le diverse sensibilità culturali e politiche interne al partito in modo da essere pronti e competitivi per i prossimi appuntamenti elettorali.

Bersani ha vinto sia tra gli iscritti che tra gli elettori, il compito degli sconfitti è quello di sostenerlo lealmente, pur ovviamente nella chiarezza delle posizioni e delle responsabilità, senza rinunciare al confronto  e al pluralismo interno, che non deve essere visto come un fastidio ma bensì come momento di crescita collettiva.
I circa 16000 elettori che hanno preso parte alle elezioni primarie di ieri per scegliere il segretario nazionale e regionale del PD testimoniano che il partito nella nostra provincia c’è e può rappresentare una valida alternativa ai governi di  centrodestra.
Sono particolarmente soddisfatto del risultato ottenuto da Franceschini e Lupo in  Provincia e nel Comune di Enna, soprattutto se si considera il dato di partenza tra gli iscritti e la scelta fatta da molti dirigenti a favore di Bersani.
Intendo ringraziare i tanti giovani, gli amici del sindacato e tutti coloro che  con tanto entusiasmo e  grande slancio hanno condotto una campagna elettorale coraggiosa e per certi aspetti avvincente, condividendo le idee ed i programmi dei nostri candidati che a mio avviso devono rimanere patrimonio dell’intero Partito Democratico.

Paolo Gargaglione
Coordinatore provinciale della mozione Franceschini

Related posts