PROVINCIA REGIONALE DI ENNA: COMMISSIONE PASQUASIA. INTERVIENE ASSESSORE MATTIA

Print Friendly, PDF & Email

La Commissione speciale consiliare su Pasquasia ,istituita lo scorso anno,  presieduta dal consigliere Giuseppe Regalbuto, ha avuto mandato dal Consiglio provinciale di  prorogare l’attività relativa all’  indagine e alla  verifica circa  la possibilità di  riattivare il sito o bonificare tutta l’area in cui la   miniera ricade. Ciò ha consentito all’assessore provinciale all’ambiente,  Giuseppe Mattia,collaborato  a carattere gratuito,  da uno staff di esperti in materia, guidato dall’ex sindacalista del comparto Carmelo Selvaggio, di  intervenire a favore della Commissione. “Condivido e sostengo pienamente il lavoro  compiuto dall’organismo e svolto fino ad oggi. In particolare  guardo con attenzione le ricerche

   che sta effettuando la società   Sviluppo Italia, incaricata di progettare la bonifica e la messa in sicurezza del sito.” Mattia   intende così  aprire un dialogo con la commissione e promette “ Mi impegno  a coinvolgere  gli amministratori provinciali di Caltanissetta e Agrigento, al fine creare un raccordo e suscitare quel giusto interesse politico che Pasquasia, ma anche i siti minerari limitrofi, meritano. Inoltre-continua l’assessore-ritengo opportuno che la Commissione speciale  possa avviare una campagna di studio e di informazione rivolta ai  cittadini  sui  potenziali inquinanti all’interno della miniera, con il pieno coinvolgimento dello  staff della Polizia provinciale.” Il piano approntato dall’assessore  interessa anche l’esame   del magnesio metallico di cui la miniera è ricca, materiale presente nel sito nella misura del  18 %, utilizzato,tra l’altro,  nei sistemi aero spaziali, grazie alla sua flessibilità. “ Ai  progetti in cantiere  andranno ad affiancarsi,inoltre,incontri    tecnici con  i vertici degli assessorati regionali  alla Sanità all’ Industria e  all’Ambiente, nell’ambito di una serie di appuntamenti a breve termine.  L’assessore commenta  positivamente i lavori della Commissione “ E’ un dato altamente positivo il fatto che il Consiglio provinciale abbia approvato ad unanimità la proroga dell’organismo .Questo è un segno evidente che il lavoro sin qui svolto è stato proficuo e di grande interesse.  L’unità d’ intenti della politica ha dimostrato di  volere gettare le basi concrete  per la bonifica del sito,senza incorrere  piu’ in situazioni assai spiacevoli, come  il mancato finanziamento del Cipe,la commissione interministeriale di programmazione economica, della somma pari a  180 milioni delle vecchie lire,  stanziata a favore di Pasquasia, qualora il sito fosse stato in attività. “E invece la  miniera arrestò i sui macchinari nel  luglio del ‘ 92,  determinando  il blocco di un processo produttivo  che vedeva l’estrazione di circa 22 mila tonnellate di solfato potassico a fronte della produzione totale siciliana che   copriva il 40 % del fabbisogno regionale. Nella seconda metà degli anni ’80,difatti,  il Governo nazionale giudicò il comparto minerario come settore strategico di rilevanza nazionale. “E’ ovvio-conclude Mattia-che la  miniera riattivata darebbe vita ad un’economia stabile  e ad  un costante  sviluppo non solo per il  territorio ennese, ma anche per   l’intera regione siciliana. Ritengo che questa Amministrazione, presieduta dal presidente Monaco, attraverso questa Commissione, possa  avere un ruolo di punta per  mettere in atto tutte quelle iniziative necessarie a diffondere all’opinione pubblica serenità  e certezza.”

Related posts