ASI ENNA: IL NEO COMMISSARIO CICERO INCONTRA LE ORGANIZZAZIONI PROVINCIALI E DI CATEGORIA PER FARE IL PUNTO SUL FUTURO DELL’ENTE

Print Friendly, PDF & Email

Un esame approfondito delle problematiche relative al Consorzio Asi sarà l’argomento di oggi (giovedì 14) alle 17 presso il centro direzionale di Dittaino dell’Asi. All’incontro con il commissario straordinario, Alfonso Cicero, saranno presenti i rappresentanti legali degli Enti partecipanti al Consorzio, le organizzazioni provinciali di categoria e sindacali e gli imprenditori delle aziende insediate a Dittaino. L’incontro promosso costituirà l’occasione per un confronto, per esaminare le diverse difficoltà di cui soffre l’Ente e contemporaneamente per tracciare un percorso di possibile rilancio dell’Area di sviluppo industriale

della provincia di Enna. Rilancio di un agglomerato industriale sul quale da tempo si sono addensate luci ed ombre che si riflettono inevitabilmente su un’economia ennese che da anni arranca, anzi, peggio, arretra. “Ritengo essenziale coinvolgere tutte le parti –dice Cicero- che agiscono nell’interesse del Consorzio e dello sviluppo dell’area industriale di Dittaino a sostegno del territorio della provincia di Enna. Le proposte che giungeranno dal suddetto incontro, costituiranno per il Consorzio una preziosa occasione anche per rilevare le criticità più significative di cui soffre l’area di Dittaino, pianificando le possibili soluzioni. L’area industriale di Dittaino –aggiunge Cicero-, che soffre di molteplici e rilevanti difficoltà, ha delle potenzialità straordinarie e, con il contributo di tutti, può realmente incidere in modo significativo nel rilancio socio-economico. Sviluppo e legalità –sottolinea Cicero-, rappresentano il binomio inscindibile per un reale sviluppo del territorio, per contrastare la mafia e gli intrecci con la politica, gli affari e la burocrazia malvagia. Riguardo i continui attacchi gratuiti e personali –commenta Cicero- che ormai ricevo dal momento del mio insediamento, a cui  adesso si sono aggiunti, con plateale irritazione, anche i “messaggi-inviti” alla cautela, confermo il mio intendimento di non raccogliere alcuna provocazione, dedicandomi con la massima serenità, determinazione e senza alcuna preoccupazione ad esprimere il massimo impegno a sostegno del Consorzio, non curandomi per nulla di chi ha dimostrato di avere soltanto il preciso interesse di muovere ripetute e sterili incursioni, che non producono alcun beneficio all’Ente e che, certamente, non sortiranno mai l’effetto di ostacolare la mia azione”. 

Giacomo Lisacchi

Related posts