FERMATI DUE RAPINATORI ITINERANTI A MILANO SOSPETTATI DI ESSERE GLI AUTORI DELLA RAPINA ALLA MONTE PASCHI DI SIENA DI PIAZZA ARMERINA

Print Friendly, PDF & Email

Nella mattina del 14 gennaio 2010 a Milano, gli uomini della squadra mobile di Enna, del commissariato di p.s. di Piazza Armerina, unitamente a quelli della squadra mobile del capoluogo lombardo, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria due giovani catanesi incensurati ritenuti responsabili di innumerevoli rapine commesse ai danni di istituti bancari lombardi. I soggetti sono: Vallarelli Antonio, catanese del 1982, incensurato; Caruso Antonio Giovanni, catanese del 1989, incensurato.Dinamica dell’indagine: In data 6/11/2009 in Piazza Armerina (en) veniva perpetrata una rapina in danno dell’istituto bancario monte dei paschi di Siena ad opera

 

 di due persone a volto scoperto. Le successive indagini svolte consentivano di sottoporre a fermo di p.g., rispettivamente in data 21/11/2009 e 24/11/2009, Carbonaro Orazio, catanese del 1973 e Tripolone Sebastiano, catanese del 1981.

A seguito degli ulteriori approfondimenti investigativi relativi alle frequentazioni dei due si addiveniva alla identificazione del vallarelli antonio, quale soggetto che, a seguito dei controlli effettuati sul territorio dalle forze di polizia, risultava essere stato identificato unitamente ad individui con precedenti per rapina legati ai citati Carbonaro e Tripolone.

Pertanto, ritenendo che lo stesso Vallarelli potesse fare parte del gruppo criminale dedito alla commissione di rapine con il Tripolone ed il Carbonaro, si passavano al setaccio i fotogrammi di tali eventi relativi a fatti delittuosi di tale specie ai danni di istituti bancari, commessi negli ultimi giorni.

Dalla disamina delle immagini si accertava come lo stesso vallarelli avesse commesso numerose rapine nel nord italia e, specificatamente, nella provincia di Milano

Avvisati così i colleghi della squadra mobile del capoluogo lombardo, scattavano le ricerche del soggetto da parte di un pool di investigatori composto da personale in servizio alla squadra mobile di Enna, al commissariato di Piazza Armerina ed alla citata squadra mobile di Milano.

Tali complesse e serrate ricerche consentivano di rintracciare proprio il Vallarelli che, unitamente al Caruso, si trovava in giro nel centro di milano nella mattina di ieri 14/01/2010, possibilmente intenti ad effettuare un “sopralluogo” finalizzato alla commissione di qualche colpo.

Una volta fermati i due e compiutamente identificati, venivano condotti presso gli uffici della questura di Milano dove, da un raffronto con tutti i fotogrammi delle rapine commesse nell’interland milanese, era possibile accertare che, nel corso dell’ultimo mese, a vario titolo si erano resi responsabili di almeno 6 rapine commesse a volto scoperto, delle quali l’ultima accertata proprio in data 12/01/2010.

Durante le perquisizioni sono stati recuperati e sottoposti a sequestro quasi 9.000,00 euro, somme di sicura provenienza illecita, frutto dei fatti per i quali i due sono stati fermati.

Dopo gli adempimenti di rito il Vallarelli ed il Caruso sono stati condotti presso il carcere Milanese di San Vittore a disposizione della competente a.g..

Related posts