PIANO TRAFFICO ZONA MONTE: CITTADINANZATTIVA VINCE IL RICORSO AL GIUDICE DI PACE.

Print Friendly, PDF & Email

Il Giudice di Pace di Enna V.R. con sentenza resa il 21 c.m., ha accolto il ricorso proposto dal legale di Cittadinanzattiva, Avv. Arturo Barbarino, nell’interesse del giovane D.M., avverso il verbale di contravvenzione alle norme del CdS elevatogli, perchè ritenuto marciante contromano, dalla Polstrada di Enna il 22/08/2009, allorquando l’autoveicolo condotto dal ricorrente lungo viale delle Scienze si scontrava frontalmente con l’autovettura condotta dal Comandante della Polizia Municipale e procedente in senso opposto. Il legale di Cittadinanzattiva ha dimostrato come la segnaletica verticale (presuntivamente violata dal giovane D.M.), con la quale veniva invertito il senso di marcia in viale delle Scienze, si trovava, in verità, illegittimamente apposta il giorno dell’incidente in questione, non essendo stata l’ordinanza del Sindaco, che prevedeva le modifiche al c.d. Piano Traffico (tra cui l’inversione di senso di marcia in via delle Scienze) ancora pubblicata all’albo pretorio del Comune e quindi rendendo l’atto in questione privo di esecutività ed efficacia nei confronti dei Cittadini.
Infatti, l’ordinanza in parola, resa immediatamente esecutiva il 20/08/2009 veniva pubblicata – come certificato dal Segretario Comunale – solo in data 24/08/2009, cioè 2 giorni dopo la data del sinistro che vedeva coinvolti il giovane D.M. ed il Comandante della Polizia Municipale.
Pertanto, il Giudice di Pace, rilevato che la segnaletica era stata arbitrariamente modificata in loco senza nessun presupposto di legittimità, precorrendo addirittura la pubblicazione dell’ordinanza sindacale, ed appurato conseguente, che a circolare contromano non fosse appunto il giovane D.M., ha annullato il verbale di contravvenzione impugnato e con esso, oltre alla multa, anche gli 8 punti decurtati sulla patante al giovane automobilista.
Il coordinatore di Cittadinanzattiva, Ing. Francesco Stranera, ha subito espresso grande soddisfazione per l’esito del ricorso, complimentandosi con l’Avv. Barbarino che ha patrocinato gratuitamente la causa del giovane D.M., in quanto ha ritenuto fin da subito un’ingiustizia che l’amministrazione comunale, pur avendo segnalato sulla stampa che l’inversione di marcia nel tratto in questione sarebbe avvenuta lunedì 24 agosto, anticipava invece la modifica della circolazione  stradale due giorni prima, causando in tal modo non pochi disagi agli ignari automobilisti.
Come tutti sanno Cittadinanzattiva in questi mesi si è fortemente battuta e scontrata con l’attuale amministrazione Agnello al fine di ripristinare il doppio senso di circolazione nel viale Diaz-IV Novembre ed adesso che la battaglia è stata vinta ed è ritornata in città la normalità e la serenità occorre però, continua Stranera, che tutti i cittadini, i commercianti della zona ed vigili urbani facciano il loro dovere al fine di mantenere l’ordine nella più importante arteria di circolazione della città.
Sarebbe opportuno inoltre, al fine di evitare ulteriori complicazioni agli automobilisti, eliminare le pseudo “rotonde”, ancora esistenti nei pressi del cimitero ed alla fine del cavalcavia di via Aidone, assolutamente prive di qualsivoglia utilità.
Occorre anche pensare a ridare dignità ad un manto stradale completamente deturpato in questi mesi dal tracciamento di ogni tipo di segnaletica orizzontale ed ulteriormente danneggiato dalle recenti piogge.
Per quanto ci riguarda siamo inoltre convinti che qualcosa andrebbe cambiato anche nella “rotondina” di via S.Agata che comporta file infinite agli automobilisti provenienti dal Corso Sicilia….ma questa sarà una problematica che discuteremo con la prossima Amministrazione comunale.

Related posts