OPEN: L’OSSERVATORIO POLITICO ENNESE INCONTRA LA CITTA’

Print Friendly, PDF & Email

La «Magna Charta» di OPEN ha destato stupore in molti spingendo cittadini, associazioni e gruppi ad aderire a questo progetto che nasce in città per opera dei cittadini stessi. «Quanto sta scritto in questa nostra regola – affermano i fondatori – non può non suscitare interesse, forse perchè stiamo parlando una lingua diversa: non promesse di lavoro, ma riscoprire il potenziale dei nostri giovani e dare loro fiducia; non scale mobili o grattacieli ma riscoprire la bellezza della nostra città e dei suoi monumenti e vicoli e tradizioni; non di spartizioni di poltrone o promesse di incarichi ma di spendersi esclusivamente per il bene comune, perchè Enna torni ad essere una città vivibile, che attrae e accoglie, riconsegnandole la dignità persa di città capoluogo, di città d’arte, di città pulita…».
Ecco perchè OPEN attira l’interesse dei cittadini. Ha scosso un po’ le coscienze degli ennesi sopite dall’incantesimo di una politica dettata dall’alto, ed ha dato entusiasmo a chi crede invece in una cittadinanza attiva che suscita l’attività politica, perchè nasce dalla base, favorendo quella politica vera, che è “servizio” e basta.
Pertanto giovedì 28 gennaio 2010 alle ore 17,30 alla Sala Cerere, avverrà la presentazione dell’Osservatorio Politico Ennese con un incontro aperto a tutti coloro che sono interessati e a tutte le associazioni presenti in città. Siamo aperti alle proposte e alle idee che potranno scaturire da questo incontro – afferma il coordinatore Maurizio Bruno – e siamo consapevoli che un fruttuoso e costruttivo dialogo potrà fare emergere le istanze e le aspettative dei partecipanti.

Related posts