ENNA: COSA NOSTRA ENNESE IMPONE IL PIZZO “AMICO”. ARRESTATO UN AFFILIATO ALLA FAMIGLIA DI LEONARDO GAETANO

Il Nucleo Investigativo CC di Enna ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Caltanissetta. All’arrestato, MAVICA Antonino, nato a Paternò il 27 dicembre 1964, da Catenanuova,  è stato contestato il reato di estorsione perché, con più azione esecutive di un medesimo disegno criminoso, facendo parte dell’associazione mafiosa denominata “Cosa Nostra”, con minacce imponeva ad un artigiano di Catenanuova di “mettersi apposto”, attraverso pagamenti periodici di somme di denaro. Il MAVICA era già stato arrestato (operazione Ippogrifo –aprile 2002-) e condannato con sentenza definitiva per essere affiliato alla famiglia di Cosa Nostra facente capo a LEONARDO Gaetano ed era da poco cessata l’applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale nei suoi confronti. Il MAVICA si vantava di aver avuto un occhio di riguardo nei confronti del suo estorto, chiedendo una cifra poco esosa, alludendo al fatto che nei confronti di altri vittime non si era comportato in modo altrettanto cortese.

Tale episodio è probabilmente sintomo di una attività estorsiva più vasto e capillare.

COMANDO PROVINCIALE DEI CC DI ENNA

About Post Author