ENNA: PROTESTA DEI LAVORATORI ASU IN SERVIZIO PRESSO IL COMUNE. “RESTEREMO IN ASSEMBLEA PERMANENTE FINO A QUANDO I POLITICI NON CI ASCOLTERANNO”

Print Friendly, PDF & Email

Sono 112 i lavoratori ASU (attività socialmente utili) in servizio presso il comune di Enna, cha a partire da oggi sono in assemblea permanente presso i locali dei gruppi consiliari siti nel palazzo municipale. I lavoratori danno seguito al loro stato di agitazione ormai in atto da diversi mesi, con un’azione pacifica e condivisa, augurandosi che il disagio portato all’amministrazione e alla macchina burocratica del comune sensibilizzi la cittadinanza e gli organi politici della provincia a farsi portavoce, dello stato di disagio in cui questo bacino del precariato siciliano ormai versa da dodici anni. I lavoratori, infatti, sono giunti ad un punto di rottura che precede quella che potrebbe diventare una vera e propria crisi sociale,  per il territorio, già martoriato e privo di risorse, della provincia di Enna.
Tutti assieme chiediamo, precisano i portavoce del gruppo, che ci venga riconosciuto uno stato di lavoratori che tenga conto delle funzioni, dell’utilità e della professionalità che ormai ognuno di noi ha acquisito negli anni. Chiediamo, inoltre, che tale riconoscimento sia tutelato attraverso una contrattualizzazione presso l’ente che ci utilizza o qualsiasi altro che possa ritenerci utili. Non è più possibile, a quarant’anni, continuare a lavorare per cinquecento euro al mese senza la benché minima tutela previdenziale e contributiva.
Aspettiamo per lunedì prossimo la nostra deputazione regionale e nazionale, affinché si faccia carico della nostra problematica investendo le competenti sedi regionali o nazionali.
I lavoratori Asu

Related posts