MANIFESTAZIONE CGIL ENNA AL CENTRO POLIFUNZIONALE DI ENNA

Si svolgerà il prossimo venerdì 12 marzo, con inizio alle 9,30, presso il Centro Polifunzionale di Enna, in via dello Stadio, 1, la manifestazione della Cgil ennese legata allo sciopero generale che la Cgil, da sola, ha indetto per protestare contro le “non scelte” del Governo nazionale. Per la Cgil il Governo continua a negare l’evidenza sottovalutando, ancora una volta, la reale entità della crisi economica che continua a falcidiare posti di lavoro nel settore pubblico, dove a pagare, il prezzo più alto, sono i precari della scuola e del pubblico impiego, e in quello privato dove giornalmente si assiste alla continua moltiplicazione delle vertenze che coinvolgono tutti i settori economici e delle attività. L’iniziativa che in ambito nazionale è sostenuta da una piattaforma al grido “fermiamo i licenziamenti” si pone l’obiettivo di chiedere interventi concreti per evitare la chiusura delle aziende e contestualmente di ridurre le tasse per dipendenti e pensionati partendo, sin da subito, con la restituzione di 500 euro che, secondo la Cgil, dipendenti pubblici, privati e pensionati hanno pagato in più rispetto alle altre tipologie di contribuenti.
Il tema della pressione fiscale ormai insostenibile per i redditi di lavoro dipendente e delle pensioni induce la Cgil a richiedere una seria lotta contro l’evasione fiscale, un’adeguata tassazione delle rendite finanziare e l’abbassamento della prima aliquota Irpef al 20 per cento.
Per Michele Pagliaro, Segretario Generale della Cgil di Enna, “L’impegno della Cgil non si ferma, le nostre rivendicazioni sono quelle dell’Italia sempre più povera che non vuole rassegnarsi al suo tragico destino lo affermiamo, purtroppo, dalla prospettiva ennese che oggi più di ieri è in difficoltà e a rischio di desertificazione ”.  
L’iniziativa sarà conclusa da Antonio Riolo, Segretario Confederale della Cgil Sicilia.

About Post Author