L’ASP4 DI ENNA INFORMA. RISCHI CANCEROGINI PER CHI SI SOTTOPONE A TATUAGGI

L’Arpa del Piemonte ha rintracciato nelle analisi dei vari pigmenti utilizzati come coloranti per i tatuaggi la presenza di alluminio, rame, cadmio cromo cobalto, metalli questi definiti pesanti e quindi “ pericolosi”. Cosa ancora più grave è stato l’aver riscontrato in circa il 30% dei campioni analizzati  la positività alla presenza e/o rilascio delle ammine aromatiche cancerogene. Oltre al fattore cancerogeno vanno ricordati possibili effetti a reazioni allergiche, di sensibilizzazione ed anche rischio infettivo.L’assessorato alla Sanita di questa regione ha comunicato quanto sopra rilevato. Il servizio di Igiene e Sanità Pubblica di questa Asp sta provvedendo a  censire le strutture di tatuaggio autorizzate e presenti sul territorio anche al fine di provvedere al ritiro dei coloranti incriminati, però appare utile informare gli utenti che si sono sottoposti a tale pratiche dei possibili rischi, mettendo in guardia coloro che si accingono a sottoporsi a tali procedure. Pare che esistano attività non autorizzate sul territorio e pertanto si invitano i cittadini a voler segnalare anche  a questa Asp o forze di polizia eventuali attività abusive.
Si precisa altresì che non esiste normativa vigente in materia, e pertanto si sta procedendo ai sensi del D.Lgs 206/2005 detto “Codice del Consumo”.
Salvatore Madonia, Responsabile SIAV (Responsabile Servizio Igiene degli Ambienti di Vita).

About Post Author