AMMINISTRATIVE 2010 IN PROVINCIA DI ENNA: PUBBLICATA IERI LA SENTENZA DEL CGA DI PALERMO. IL COMUNE DI AGIRA TORNA ALLE URNE INSIEME AI COMUNI DI ENNA, VALGUARNERA E PIETRAPERZIA

Print Friendly, PDF & Email

Anche il comune di Agira sarà chiamato ad eleggere la nuova amministrazione con il prossimo turno elettorale del 30 e 31 di Maggio. La sentenza del C.G.A di Palermo, pubblicata ieri avrebbe confermato la precedente sentenza  del TAR di Catania.  La sentenza del Tar aveva annullato le elezioni amministrative a seguito di irregolarità nella presentazione della lista “Sviluppo e Solidarietà”.  La lista durante le amministrative del 2008 ha eletto alla carica di sindaco l’ ing. Gaetano Giunta contro gli sfidanti Maria Greco e Francesco Naro. Nello specifico la lista, contestata dal ricorso elettorale, era stata presentata con fogli sottoscritti dagli elettori non riconducibili unitariamente alla volontà dei proponenti. Nonostante il parere favorevole della commissione elettorale circondariale di Nicosia, che non avrebbe riscontrato irregolarità nella presentazione delle liste, una volta conosciuto il responso elettorale alcuni cittadini, nello specifico, Attilio Ollà, Salvatore Gagliardi e Filippo Grassia hanno proposto un ricorso elettorale che accolto definitivamente ora dal CGA di Palermo consentirà l’ indizione delle nuove elezione per il rinnovo dell’ amministrazione comunale .
Nel frattempo per circa un anno l’ amministrazione è stata retta da un Commissario Straordinario della Regione Siciliana la dott.ssa Maria Adelaide Spatafora.
Giunta aveva superato altri due ricorsi uno di natura penale che l’ ho visto assolto perché il fatto non sussiste e l’ altro proposto dai consiglieri di minoranza per una presunta incompatibilità, la Cassazione recentemente ne ha dichiarato definitivamente  la compatibilità rigettando il ricorso.   
“Sono dispiaciuto per quanto è accaduto ad Agira, già all’ indomani delle elezioni- ha detto l’ ex  sindaco Gaetano Giunta– le note vicende hanno ritardato occasioni di sviluppo e opportunità per la nostra comunità,  rispetto il pronunciamento del CGA di Palermo, anche se da parte nostra, una volta che la commissione elettorale di Nicosia non ha riscontrato irregolarità nella presentazione delle liste abbiano consentito che gli agirini democraticamente scegliessero il sindaco nella mia persona, mi auguro – conclude Giunta- che scongiurato il commissariamento per un altro anno i cittadini possano serenamente scegliere la nuova amministrazione, con serenità e responsabilità”   
L’ amministrazione Giunta era sostenuta  dalla lista civica “Sviluppo e Solidarietà” costituita da simpatizzanti del PD e Udc, dai Comunisti Italiani, MPA, Socilisti e dal gruppo “Verso il PDL”.

Related posts