ENNA: DISPOSTA LA CHIUSURA DI DUE ESERCIZI DI RISTORAZIONE. SEQUESTRATI 150 KG. DI CARNE E PRODOTTI ITTICI CONGELATI E MALTENUTI. DIVERSE LE VIOLAZIONI PENALI ED AMMINISTRATIVE

Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri del reparto operativo del comando provinciale di enna  unitamente a quelli del nas di catania e della locale compagnia, nell’ambito dei servizi volti alla tutela della salute pubblica,  hanno ispezionato nella zona orientale della provincia di enna limitrofa a quella di catania,  le sottonotate attivita’ di ristorazione riscontrando le violazioni di seguito indicate: 1. Bar trattoria gestita da  m. F. 47enne: Violazioni penali e amministrative: – aver detenuto alimenti vari destinati alla somministrazione in cattivo stato di conservazione. Si e’ proceduto al sequestro di due frigoriferi congelatori con kg 100 di prodotti di carne e kg 50 di prodotti ittici il cui valore complessivo ammonta ad euro 25.000 circa; – aver eseguito una costruzione abusiva destinata a deposito di alimenti  senza la prescritta concessione edilizia; – il titolare dell’esercizio ometteva di predisporre procedure di autocontrollo degli alimenti, non impiantando l’apposito registro di controllo del proprio magazzino viveri ; 2.      Bar – pasticceria – ristorante  gestito da r.m. 56enne: Violazioni amministrative: – in qualita’ di operatore del settore alimentare non rispettava i requisiti generali in materia di igiene nel locale; 3. Bar spaghetteria  gestita da r. M. 55enne: Violazioni penali e amministrative: – non aver adempiuto agli obblighi del datore di lavoro per cui i luoghi di lavoro, gli impianti e dispositivi debbono essere sottoposti a regolare manutenzione tecnica e vengano eliminati, quanto più rapidamente possibile, i difetti rilevati che possano pregiudicare la sicurezza e la salute dei lavoratori, (sono stati riscontrati   fili elettrici in tensione non schermati) .

–         aver mantenuto locali deposito e produzione di alimenti con scrostature all’intonaco;

–         aver omesso di apporre apposita segnaletica indicante le vie e le uscite d’emergenza dei locali adibiti a locale di somministrazione e produzione di alimenti;

–         non aver destinato ai dipendenti armadi per il vestiario in localI adibiti a spogliatoio ;

–         inosservanza dei requisiti generali in materia d’igiene e strutturali, attesa la mancanza di retine antintrusione di insetti nel locale cucina ed il servizio igienico destinato al personale, sprovvisto dei minimi requisiti ;

–         vendita di prodotti alimentari sfusi esposti al pubblico privi di etichettatura e di relativo prezzo di vedita;

E’ stata disposta la chiusura immediata del citato esercizio con annesso locale di somministrazione e produzione, per mancanza dei requisiti minimi sanitari e strutturali. Il valore complessivo delle strutture ammonta a € 1.000.000,00 circa di cui 500.000,00 di sole attrezzature.

4.      Bar – panineria – pizzeria e tavola calda  gestita da c.f. 29enne:

Violazioni penali e amministrative:

–         aver omesso di apporre apposita segnaletica indicante le vie e le uscite d’emergenza in prossimita’ dei locali di somministrazione e produzione di alimenti ;

–         non aver destinato ai dipendenti armadi per il vestiario in locali  adibiti a spogliatoio;

–         aver eseguito una costruzione abusiva destinata a locale di somministrazione e deposito alimenti senza la prescritta concessione edilizia;

–         aver  assunto una persona straniera in nero;

–         inosservanza dei requisiti generali in materia d’igiene e strutturali, attesa la mancanza di retine antintrusione di insetti ;

–         vendita di prodotti alimentari sfusi esposti al pubblico privi di etichettatura e relativo prezzo di vendita;

E stata disposta la chiusura immediata del citato esercizio con annesso locale di somministrazione e produzione, per mancanza dei requisiti minimi sanitari e strutturali. Il valore complessivo delle strutture ammonta a € 1.500.000,00 circa di cui 500.000,00 di attrezzature.

Nella circostanza i militari operanti hanno proceduto ad informare le autorita’ sanitarie, amministrative e giudiziarie per i successivi adempimenti di competenza.

Related posts