IMMIGRATO CINESE CLANDESTINO RINTRACCIATO DALLA GUARDIA DI FINANZA DI NICOSIA

I militari della Tenenza di Nicosia, nel corso dell’attività istituzionale volta al controllo del territorio, hanno individuato una persona immigrata clandestina cinese e provveduto affinché ne fosse disposta l’espulsione. I finanzieri hanno notato la donna, di etnia asiatica, dedita alla vendita di articoli vari in una delle vie principali di Nicosia. Al fine di accertarne l’identità, i militari si sono presentati richiedendo l’esibizione dei documenti personali, della licenza di vendita e dell’autorizzazione all’utilizzo del suolo comunale per effettuare la vendita in forma ambulante. La donna risultava invece essere sprovvista di qualunque documento e licenza ed è stata pertanto accompagnata presso gli uffici della Tenenza.

I successivi accertamenti hanno permesso di stabilire che la donna, in Italia senza il previsto permesso di soggiorno, non era mai stata identificata.

Alla luce dei fatti, è stata notiziata l’A.G. competente, che vista la situazione ha rilasciato l’apposito nulla osta necessario ai fini dell’emissione del decreto di espulsione a carico della cinese, la quale dovrà obbligatoriamente lasciare l’Italia entro 5 gg., salvo venire arrestata ove fosse nuovamente rintracciata sul suolo nazionale.

Contestualmente le fiamme gialle hanno provveduto al sequestro di oltre 500 articoli vari (accessori per computer, radio, collanine, attrezzi per bricolage, etc.), che la clandestina poneva illegalmente in vendita.

About Post Author