SICILIA AMBIENTE VA NELLE SCUOLE PER SENSIBILIZZARE SUI RIFIUTI

A rispettare l’ambiente si impara soprattutto fra i banchi di scuola insieme con i genitori e gli insegnanti. Questa è la filosofia del  Progetto di educazione ambientale “USO E RIUSO: PER UN AMBIENTE PULITO” ideato e progettato dalla Società Sicilia Ambiente S.p.A. Il progetto è rivolto agli studenti delle scuole primarie, scuole secondarie di 1° grado e scuole secondarie di 2° grado e verrà portato avanti dalla Dr.ssa Rosa Termine. Al progetto hanno già aderito diverse Scuole della Provincia ed è iniziato dal Liceo Ginnasio “N. Vaccalluzzo” di Leonforte che ha visto coinvolti  90 ragazzi, dalla Scuola Media Savarese di Enna con 200 alunni e dalla Scuola Primaria IV Circolo “F. P. Neglia” di Enna con 100 alunni. L’obiettivo generale del progetto, spiegano il Presidente della Società Sicilia Ambiente, il dott. Giovanni Barbano, e l’Amministratore, l’avv. Salvatore Marchì, “è quello di orientare ed educare i ragazzi e gli adulti all’acquisizione di abitudini e comportamenti corretti, finalizzati alla salvaguardia ambientale, per la promozione della raccolta differenziata dei rifiuti in ambito domestico e del loro riutilizzo, recupero e riciclo”.

Per raggiungere tale obiettivo, ci spiega  la dr.ssa Rosa Termine, “il progetto prevede il coinvolgimento in modo attivo dei ragazzi e degli insegnanti, poiché la scuola senza dubbio rappresenta il luogo privilegiato per generare, sin dalla tenera età, comportamenti più corretti, per essere in armonia con l’ambiente fisico, sociale e individuale, ma anche dei genitori per indicarne gli obiettivi e le strategie e per discutere sulle forme di collaborazione. Per ogni classe sono previsti più incontri che tratteranno diverse tematiche: 1) Ecosistema; confronto tra ambiente antropizzato e ambiente naturale (un esempio: il lago di Pergusa); sviluppo sostenibile; Nord e Sud del mondo; impronta ecologica; compostaggio; i rifiuti: varie tipologie, gli imballaggi, la gestione, la raccolta differenziata, lo smaltimento, la tariffa rifiuti, etc..”

Obiettivi principali
1. Acquisire conoscenze sulla complessa rete di relazioni di un ecosistema, sulla sua capacità di carico, sulla questione dei rifiuti: come contenere e ridurre la loro produzione.
2. Stimolare gli studenti all’osservazione, alla raccolta, rappresentazione e analisi di dati.
3. Favorire forme di apprendimento attivo con le quali gli alunni diventano artefici del loro sapere.
4. Coinvolgere gli alunni nell’analisi di situazioni e problemi legati al loro vissuto.
5. Riscoprire e diffondere una cultura del rispetto e della cura del proprio ambiente.
6. Favorire il recepimento nella normativa dei principi e dei metodi della sorveglianza ecologica.
7. Fornire strumenti di documentazione e aggiornamento.

About Post Author