ELIO GALVAGNO (PD): “FINANZIARIA CORAGGIOSA”.STANZIATI 750 MILA EURO PER IL RILANCIO DELL’AUTODROMO DI PERGUSA E 5 MILIONI PER L’UNIVERSITA’ KORE

“Con la legge finanziaria approvata dall’Ars qualche giorno fa si apre in Sicilia una fase nuova della vita politica e amministrativa” . Così Elio Galvagno, deputato regionale del Pd e Vicepresidente della Commissione Bilancio, all’indomani della lunga maratona che ha visto l’approvazione della Finanziaria regionale, con l’apporto determinante del Partito Democratico.  “Era da troppo tempo che questa terra non conosceva la strada delle riforme: ora, finalmente, sono state assunte scelte che incideranno concretamente sulla vita dei cittadini, dopo anni in cui la Regione si è occupata solo di mera gestione. Per la verità – continua il deputato del Pd – questa legislatura è stata segnata da altri passaggi importanti prima dell’approvazione della Finanziaria. Penso per esempio alla riforma burocratica della Regione, al riordino del sistema sanitario, alla legge sulla casa e a quella dei rifiuti che, se correttamente ed immediatamente applicata, eviterà alla Sicilia di finire come la Campania e come Napoli in particolare.
Oggi abbiamo voluto consegnare ai siciliani una finanziaria ed un bilancio di alto profilo, che introducono una serie di novità che riformano, in alcuni casi profondamente, diversi settori chiave in Sicilia. Un profilo che testimonia come temi veri, che riguardano le persone ed i loro problemi di ogni giorno, possono trovare legittimità nel Parlamento siciliano. Dimostrando che l’acqua può avere un altro destino rispetto a quello che appariva ormai ineluttabile, con una scelta dirompente che la riporta ad essere bene pubblico; occupandosi della persona in quanto tale e delle fasce deboli della popolazione, con l’abbattimento dei ticket per la specialistica ; prevedendo interventi per le famiglie svantaggiate e per l’apertura pomeridiana delle scuole nelle aree svantaggiate e a rischio. E ancora – dice Elio Galvagno – questa è la finanziaria del credito di imposta per le nuove assunzioni; della promozione dell’impresa con le zone franche e gli investimenti nelle ASI e a Termini Imerese: dell’impegno contro il precariato, per dare nuove certezze al mondo del lavoro; delle politiche per la casa grazie alla riforma della legge sulle cooperative edilizie, che rivoluziona completamente un sistema prevedendo la creazione di nuovi alloggi non attraverso la cementificazione ad ogni costo ma incentivando il recupero di immobili esistenti; dei confidi anche in agricoltura; del potenziamento dell’IRCAC e della CRIAS  e di numerosissime altre misure interessanti ed utili per rilanciare uno sviluppo economico che sia davvero duraturo.
Una finanziaria coraggiosa, insomma, – conclude l’On.Galvagno – che dimostra come la  strada delle riforme sia stata finalmente avviata grazie al contributo determinante del Pd, che ha segnato l’anima dei documenti economici, consegnando ai siciliani la certezza che la Regione è un luogo al quale i cittadini possono guardare con fiducia e serenità sapendo che vi sono persone attente ai loro bisogni ed alle loro istanze”.

Da segnalare, in particolare, per la Provincia di Enna:
-10 milioni di euro per la manutenzione straordinaria delle strade provinciali;
-un diverso criterio per la ripartizione dei trasferimenti alle province siciliane, che tiene conto più dell’estensione del territorio che della popolazione, con un evidente vantaggio per la provincia di Enna.
-11 milioni di euro per i cantieri di servizio e la sperimentazione del reddito minimo di inserimento;
-5 milioni di euro per l’Università Kore;
-4 milioni di euro per il Comune di Enna;
-320 mila euro per il rilancio delle aziende agro silvo pastorali di Nicosia e Troina;
-750 mila euro per il rilancio dell’Autodromo di Pergusa;
– il finanziamento di alcune opere pubbliche in Provincia quali: la sistemazione della sede istituzionale della frazione San Giorgio di Assoro, la sistemazione della SP 50, la riqualificazione delle vasche comunali a Catenanuova, la manutenzione straordinaria della caserma dei carabinieri di Sperlinga, il restauro e copertura della Chiesa San Biagio a Enna, la sistemazione della strada ex consortile Sant’Agrippina Val Petroso in Enna, la sistemazione della viabilità interna a Catenanuova, lavori urgenti nella Chiesa Maria Santissima dell’Addolorata in Enna, la manutenzione straordinaria della caserma dei carabinieri di Barrafranca, la copertura della Chiesa dell’Idria a Calascibetta, la sistemazione dell’ingresso Nord di Piazza Armerina, la copertura della cupola della Chiesa San Leonardo a Enna, il rifacimento pavimentazione nel centro storico di Piazza Armerina, la riqualificazione edilizia e il restauro della Chiesa di San Biagio a Enna e il restauro di due officine ex Itis a Piazza Armerina.

About Post Author