ENNA: INCONTRO IN PREFETTURA PER IL FUTURO DELLA RSA DI PIETRAPERZIA “FLAVIA MARTINEZ”.

Print Friendly, PDF & Email

Per affrontare le problematiche connesse alla gestione ed alla salvaguardia dei livelli occupazionali della RSA “Flavia Martinez”di Pietraperzia, nella giornata di venerdì 7 maggio, presso gli uffici della Prefettura, su richiesta sia delle Organizzazioni Sindacali che dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna, si è tenuto un incontro presieduto dal Prefetto di Enna, dott.ssa Giuliana Perrotta, alla presenza del Sindaco del Comune di Pietraperzia, dott.ssa Bevilacqua, del Sindaco del Comune di Barrafranca, dott. Ferrigno, dell’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Piazza Armerina, dott.ssa Grillo, del Direttore Generale dell’ASP di Enna, dott. Baldari, accompagnato dal Direttore Amministrativo, dott. Ficarra e dal Direttore Sanitario, dott.ssa Volo, nonché alla presenza del rappresentante del consorzio Sisifo, affidatario del servizio di gestione della RSA “Flavia Martinez” e dei Segretari Provinciali delle organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL, UGL e COBAS. Al termine dell’incontro, con il consenso delle OO.SS., è stata raggiunta un’intesa in virtù della quale l’ASP ha assunto l’impegno, al fine di garantire la continuità assistenziale agli ospiti della struttura, a deliberare la proroga del rapporto contrattuale in essere per un periodo massimo di sei mesi, come da autorizzazione dell’Assessorato Regionale della Salute, mentre il Consorzio si è impegnato ad accettare la proroga della convenzione, revocando i preavvisi di licenziamento, pur riservandosi di disporre una riduzione dell’orario lavorativo settimanale per i lavoratori assunti a tempo indeterminato laddove non si registri l’auspicato incremento del numero degli assistiti, ospiti della struttura.
I rappresentanti dei Comuni, al riguardo, hanno espresso totale disponibilità a supportare sia l’ASP che il Consorzio per assicurare la piena operatività della struttura sanitaria, sia i lavoratori, ove si dovesse prospettare la predetta contrazione dell’orario lavorativo. Per un ulteriore aggiornamento, si è deciso di riconvocare il tavolo tecnico nella prima decade di giugno.

Related posts